maggioranza

Calenda e Romagnuolo

Verso la crisi?

Toma bersaglio delle dissidenti: “Il pesce puzza dalla testa”. La maggioranza rischia di schiantarsi sul bilancio video

Soffiano di nuovo venti di burrasca all'interno della coalizione di centrodestra: ai mal di pancia dovuti al mancato cambio di Mazzuto in Giunta regionale si potrebbero intrecciare le manovre per il ruolo di capo del Consiglio regionale. Aida Romagnuolo e Filomena Calenda, sempre più critiche nei confronti del governatore, ora mettono in dubbio il voto sul documento economico, la cui approvazione è cruciale per proseguire la legislatura. "Mazzuto è assessore forse perchè Toma vuole l'appoggio della Lega per andare in Parlamento", accusa la consigliera di Casacalenda.

Donato Toma e Vincenzo Niro Regione Molise

Il giorno dopo

La sorpresa sotto l’Albero per Toma, la sua maggioranza non esiste più: “Avete fallito, dimettetevi”

La doppia sconfitta in consiglio regionale sulla riforma del trasporto pubblico locale segna una tappa probabilmente decisiva per la maggioranza che ormai tale non è. Il presidente non sembra avere più i numeri per governare il Molise. Il M5S chiede le dimissioni ma la domanda resta sempre la stessa: i consiglieri, sia di centrodestra che le opposizioni, avranno il coraggio di rinunciare ad altri tre anni e mezzo a oltre 10mila euro al mese?