madri

donna cocaina spacciatrice consumatrice

Le intercettazioni

Potenti e pericolose: l’autonomia delle donne nello spaccio di coca. “Devi parlare con mia moglie, quella fa mille euro in una notte”

Intraprendenti e senza scrupoli sono capaci di farsi valere finanche più degli uomini. Sono 14 le donne indiziate nell'ambito dell'ordinanza "Piazza Pulita", che vede 57 persone iscritte nel registro degli indagati con accuse di vario genere. A loro gli uomini dei clan lasciano ampio raggio d'azione e danno massima fiducia. Madri che tagliano dosi davanti ai bambini, nonne che ai nipoti raccontano le dinamiche dello smercio. Lungo pure l'elenco di madri e mogli che per i motivi più disparati hanno deciso di iniziare a fare uso di sostanze

fortino spaccio via xxiv maggio

Campobasso

Droga: il fortino in pieno centro, la leadership delle mogli, figli iniziati allo spaccio e pure nonne pusher

La sede operativa di operazione "Lungomare" a Campobasso era in una palazzina di via XXIV Maggio dove un giovane pusher del capoluogo aveva regolarmente firmato un contratto di affitto. In quell'appartamento "vedette" e "turnisti" garantivano il taglio dell'eroina e della cocaina e il successivo confezionamento delle dosi. Determinante nell'organizzazione criminale il ruolo delle donne. Sono loro che decidono, gestiscono, individuano le case e controllano la "rete". Beccata anche la nonna pusher: è la madre del boss