Lupi

Raffaele Di Risio

I cento anni dei lupi

Raffaele Di Risio e la B col Campobasso. “Vivevamo per far gioire un’intera regione. E con Scorrano…” video

La bandiera rossoblù, centrocampista roccioso e fondamentale per la squadra che fece impazzire il Molise, si racconta in un’intervista intensa, intima, ricca di aneddoti: “Aver indossato la maglia dei Lupi, per un molisano doc nato a Baranello, è stata una cosa importantissima, quello che si avverte sulla propria terra è diverso, è qualcosa di indescrivibile”. E su Michele Scorrano rivela: “Era un capitano perfetto, io conosco forse più di tutti la sua storia, e posso dire che è stato trattato male sul famoso contratto del 1984, mi sono sempre meravigliato del nostro amato e indiscusso presidente Molinari”.

Cudini

Calcio

Campobasso, il mister ‘smentisce’ la società: “Mai rincorso il 1° posto. Alessandro fuori? Scelta tecnica”

Mirko Cudini ribadisce che “non bisogna guardare al Notaresco ma a una partita per volta” e chiarisce la vicenda che riguarda l’attaccante ex Cesena: “Io devo fare delle scelte e avere a disposizione giocatori importanti per me è una grossa opportunità. Danilo sta bene, ha giocato part-time come qualche altro, ma ci sarà lo spazio nel corso del campionato”. Sul pari di Cattolica non fa drammi: “Non parliamo di una sconfitta ma di un risultato positivo quale è il pareggio. Per come si era messa ci aspettavamo di portare a casa i tre punti, certo”.

Alessandro

Campobasso

Danilo Alessandro ci ripensa: “Resto coi Rossoblù, non abbandono la nave”

L’attaccante romano, che domenica aveva annunciato il suo addio ai tifosi (“pronto a fare le valigie e ad andarmene”), rimane in rossoblù: “Non è il momento di abbassare la testa, se me ne andrò lo farò da vincente o almeno dopo aver dato tutto. Non posso deludere chi ha creduto in me”. Dal mercato potrebbero giungere un attaccante e un centrale difensivo.