Quantcast

lockdown

Toma vaccino 2020

Discussione aperta

Più restrizioni per i non vaccinati, anche Toma tra i governatori favorevoli al lockdown all’austriaca

Sull'ipotesi avallata da alcuni presidenti di Regione, Donato Toma ha detto di essere favorevole a restrizioni sociali per i no vax in caso di cambio di colorazione. Domani i governatori tornano a riunirsi sulla proposta di un lockdown all'austriaca, ma il governo ha già raffreddato gli animi perché l'Italia non è nelle condizioni dell'Austria. Loro però insistono: "Non è giusto che paghino tutti, bisogna distinguere vaccinati e non vaccinati"

Bruno Ferraro Valeria guerrieri

Benvenuti al sud

Bruno e Valeria, via da Milano alla ricerca del tempo perduto. Dal lockdown in regalo una seconda vita a Termoli

Lui consulente finanziario, lei avvocato, hanno lasciato Milano poco prima del lockdown immaginando di restare a Termoli una settimana. E invece sono ancora qua, dove "apri la finestra e puoi guardare il mare. La pandemia ha cambiato tanto cose, e soprattutto il modo di vivere il tempo". Storia di una coppia che nella cittadina adriatica, grazie all'opportunità del lavoro da remoto, ha sperimentato un altro modo di vivere.

federica e sveva

Virus e natalità

Federica, madre controcorrente in un Molise dalle culle sempre più vuote

Ha partorito durante il lockdown e ora, che c'è la ripresa dei contagi, aspetta un secondo figlio. Ma è una eccezione: la paura del futuro e la perdita della stabilità economica sono purtroppo fattori determinanti sul rinvio o la rinuncia di una gravidanza. Gli ultimi dati Istat parlano di effetti negativi prodotti dall’epidemia Covid-19 che hanno amplificato la tendenza al declino di popolazione già in atto da un decennio. Se al nord ovest il calo demografico è stato più consistente (anche per il maggior numero di decessi) pure in Molise la natalità è ai minimi storici.

bottiglie di birra vuote montecilfone

Cronache

La “movida violenta” è anche di coppia: calci e pugni in un bar fra fidanzati. Aumentano le risse fra giovani

E’ accaduto in un paese del BassoMolise alcuni giorni fa: un ragazzo e una ragazza si sono picchiati in un locale pubblico, e lei naturalmente ha avuto la peggio riportando anche un dito fratturato. Ma non è seguita una denuncia di parte e il caso non è (ancora) oggetto di indagine. E’ solo l’ennesimo episodio riferito dalle cronache in questo periodo segnato da un fenomeno che passa sotto il nome di “malamovida” e che trova le sue micce esplosive nell’abuso di alcol, sostanze e, a detta di molti esperti, nello stress da lockdown che ha colpito soprattutto i ragazzi.