Ingv

terremoto-135260

Il terremoto in molise

Ancora una notte in tenda o in auto, ancora scosse. Ponte Liscione resta chiuso: “Riapertura dopo le verifiche” fotogallery video

Seconda notte all'aperto per centinaia di persone nei comuni delle epicentro sismico. A mezzanitte e 48 minuti una scossa di magnitudo 3.3 crea di nuovo il panico. Verifiche in corso sul ponte Liscione: il viadotto resterà chiuso per almeno altri due giorni "ma dai primi controlli la situazione non è preoccupante" ha detto il governatore Donato Toma. Ispezionato anche il Gamberale sulla Trignina: "Tutto ok". La strada Bifernina temporaneamente interrotta all'altezza degli svincoli per Casacalenda e Larino. Intanto ci si prepara a trascorrere la seconda notte nelle tendopoli allestite dalla protezione civile. Le popolazioni dell'epicentro sono comprensibilmente preoccupate e aspettano l'ok dei vigili del fuoco che stanno ispezionando le loro abitazioni prima di farvi rientro. Ma le richieste da smaltire sono centinaia e occorre tempo.

viadotto liscione

Sciame sismico in molise

Terremoto, chiuso il viadotto del Liscione: “Prima le verifiche”. Notte all’aperto per migliaia di persone fotogallery video

In via precauzionale il viadotto del Liscione è stato chiuso: la Bifernina è interrotta tra i chilometri 47 e 63, disposta una viabilità alternativa tra Casacalenda e Larino. La decisione dopo il tavolo tecnico in Prefettura a Campobasso che tornerà a riunirsi stamattina. Scosse continue sono state registrate durante la notte anche se più lievi per intensità a quella di magnitudo 5.1 che ha fatto ripiombare l'intero Molise nell'incubo del terremoto. Migliaia di persone hanno dormito in strada: tende, soccorsi e beni di prima necessità stanno giungendo in queste ore vissute con angoscia e paura dai molisani e nell'epicentro, Montecilfone, dove si era registrato un altro sisma solo due giorni fa.