ictus

ambulanza notte

Il caso di malasanità

Caso Cesaride, Ministero conferma: “Falle nella rete di emergenza-urgenza del Molise”

La risposta del ministro Giulia Grillo all'interrogazione presentata da M5S dopo il decesso del 47enne di Larino delinea un quadro di grave difficoltà per la sanità molisana e in particolare per la risposta in caso di malattie tempodipendenti. Gli esponenti pentastellati sollecitano una riorganizzazione della rete dell'emergenza urgenza, attualmente disciplinata dalla convenzione con Neuromed e al centro in questi giorni di critiche feroci espresse dai comitati dopo la richiesta di disponibilità inoltrata dall'Asrem agli ospedali di Abruzzo e Puglia per le emergenze neurochirurgiche. Invece Cittadinanzattiva chiede l'attivazione di un servizio di elisoccorso.

ospedale Cardarelli Campobasso

Sanità molisana: una paziente gravissima

I medici militari non arrivano, gli “esterni” tamponano ma costano troppo. E il principale ospedale casca a pezzi

Mentre a Isernia e Termoli ci si è affidati a una soluzione tampone per rinforzare gli organici, a Campobasso c'è preoccupazione sulla carenza del personale: il pronto soccorso dell'ospedale più importante della regione - il Cardarelli - ha perso dieci infermieri da maggio. E la mancata riorganizzazione della rete dell'emergenza urgenza per le malattie tempodipendenti continua a rendere complicata la risposta alle richieste di cure dei cittadini. Intanto anche l'intervento di manutenzione all'edificio di contrada Tappino non sarebbe più rinviabile: una signora avrebbe denunciato l'Asrem a causa della caduta di un pezzo di intonaco.