Villaggio provvisorio San Giuliano di Puglia

Da simbolo del dolore a simbolo di spreco

Dai terremotati ai ladri e agli sciacalli. Il villaggio-modello devastato, milioni di euro buttati – Reportage da San Giuliano foto video

Gli ultimi cittadini che per quasi dieci anni hanno trovato ospitalità nel villaggio provvisorio di San Giuliano di Puglia, il paese distrutto dal sisma del 2002, sono rientrati a casa nel 2011. Da allora gli chalet (come li definì l’ex premier Silvio Berlusconi) hanno subito una sorte impietosa: vandali, ladri, sciacalli e totale mancanza di controllo hanno devastato alloggi e strutture pubbliche. Ora in ballo ci sono 5 milioni di euro per ristrutturarlo e trasformarlo in centro polifunzionale per la Croce Rossa. Restano i dubbi sull’immane spreco causato da 10 anni di totale incuria.

Posto di Polizia ospedale Cardarelli Campobasso

Campobasso

Aggressioni e incursioni, l’ospedale Cardarelli torna ad essere presidiato da due poliziotti ‘fissi’

La struttura sanitaria del capoluogo sarà dotata di nuovo di un ufficio di pubblica sicurezza con un sovrintendente e un poliziotto: la decisione del questore Conticchio annunciata dal sindacalista Vincenzo Robusto che aveva organizzato una serie di iniziative (come una raccolta firme) per raggiungere tale obiettivo. Negli anni hanno provocato reazioni di sdegno e sconcerto i furti e le aggressioni al personale sanitario.

polizia postale

Campobasso

Il virus cambia la criminalità: trafficanti in quarantena e topi d’appartamento al tappeto

In una provincia con una delle più alte percentuali di consumatori di sostanze stupefacenti, il Covid 19 ha provocato un importante arresto dei viaggi di rifornimento in Puglia o in Campania. Anche se, non è escluso, che la droga adesso viaggi con normali corrieri ignari - naturalmente - della consegna. Sono calati vertiginosamente i furti nelle case, aumentano i casi di diffamazione e truffe on-line