funerale

Funerale rom Campobasso covid

Campobasso - il punto sull'inchiesta

I giorni del contagio rom, non solo corteo: indagini per epidemia colposa stringono il cerchio sul via vai a casa del defunto in pieno lockdown

Non solo l'assembramento in via Liguria, il mancato tampone post mortem e l'ipotesi di falle nei controlli. C'è anche, all'attenzione della Mobile, il via vai a casa del defunto per un ultimo saluto e poi le condoglianze alla famiglia. Il punto sul contagio interno alla comunità due settimane dopo il primo caso di infezione da covid registrato quando una giovane donna è stata ricoverata nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Cardarelli. I positivi al nuovo coronavirus sono attualmente 92. Tra questi anche il fratello del deceduto il 30 aprile e dipendente del Comune di Campobasso. Mentre la Squadra Mobile continua le indagini, emergono nuovi elementi sull’accaduto e sui controlli in via Liguria presidiata dalle 9 alle 11 dai vigili urbani.

Focolaio rom  Termoli via Amalfi tamponi

Il report dell'osservatorio

La variabile che ha sballato il “modello Molise”, unica regione senza data di fine contagio

Le proiezioni diffuse dall'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni italiane riportano una indicazione delle date plausibili circa la fine di nuovi casi di positività al coronavirus. Unica regione italiana senza data di contagi zero è il Molise, dove è intercorsa la variabile del funerale del 30 aprile che ha innescato una raffica di contagi e diversi focolai a catena.