Toma sfiducia 7 luglio 2020

Recovery fund: seduta monotematica

Fondi europei, Toma vuole chiedere 3 miliardi per progetti “vecchi e inutili”. Pd e M5S attaccano: “Il suo è un libro di sogni”

Minoranze sul piede di guerra dopo l'annuncio in Consiglio regionale del presidente Toma di voler chiedere al governo nazionale 3 miliari di euro per il rilancio del Molise. Un inceneritore, la tratta ferroviaria Campobasso-Foggia e formazione locale tra le proposte elaborate "senza confronto" dal governatore del centrodestra. Fanelli (Pd): "Elenco troppo ampio e nessuna priorità fattibile, questa non è programmazione ma improvvisazione che pagheranno i molisani". Pioggia di fischi anche dal M5S: "Volevamo un tavolo con parti sociali, politiche e Comuni per decidere assieme come spendere i fondi europei. Toma vuole fare tutto da solo ma la sua è una lista vuota della spesa".

vinica 3

Ripalimosani

Dove c’erano terre abbandonate oggi si fa la tintilia che piace ai canadesi: quando il Molise spende bene i fondi europei

Il successo dell'azienda agricola Vinica di Ripalimosani è anche la storia di imprenditori che hanno utilizzato in modo intelligente i fondi strutturali del Piano di sviluppo rurale. Dove c'erano campi incolti e degradati oggi ci sono boschi, uliveti e soprattutto vigneti per una produzione che sfiora le 50mila bottiglie di vino l'anno. "I finanziamenti aiutano ma non bisogna accedervi solo perché c'è l'opportunità - spiega l'amministratore Giuseppe Tudino - il progetto e gli obiettivi sono fondamentali e devono essere tenuti bene a mente quando si comincia".