Quantcast

emergenza covid

Arianna D'Oto infermiera Malattie infettive Cardarelli

Prima e dopo la pandemia

La testimonianza di Arianna: “Ero infermiera di famiglia, poi ho combattuto il covid dalla trincea del Cardarelli” video

Arianna D'Oto, impegnata nelle corsie del reparto di Malattie Infettive dell'ospedale Cardarelli, racconta com'è cambiata la sua vita a causa della pandemia: "E' stata un'esperienza forte, ma grazie ai vaccini i ricoveri sono diminuiti", racconta. Per sette anni è stata infermiere di famiglia: "E' un'opportunità, si risparmiano risorse perchè il costo di una degenza in ospedale è molto alto e ci sono benefici per il paziente e per la famiglia".

Lavori fermi al padiglione covid del Cardarelli

Il piano sulle terapie intensive

“Costi troppo alti”, battuta d’arresto per la Torre Covid. Altri 6 mesi di indagini sui tanti morti in ospedale

Sarebbero saliti a 9 milioni i costi necessari per riconvertire l'ex hospice dell'ospedale del capoluogo che avrebbe dovuto ospitare altri 14 posti di Terapia Intensiva. "Il progetto non è stato accantonato, ma va rivisto", spiega il commissario alla sanità nonchè presidente della Regione Donato Toma. "E' stato sforato il budget assegnato e abbiamo le Rianimazioni mobili inutilizzate perchè manca il personale". Intanto i giudici del Tribunale di Campobasso hanno accolto la richiesta della Procura a cui si erano rivolti i familiari delle vittime covid: si indagherà per altri 6 mesi, poi l'inchiesta potrebbe avere una svolta o essere archiviata