droga

donna cocaina spacciatrice consumatrice

Le intercettazioni

Potenti e pericolose: l’autonomia delle donne nello spaccio di coca. “Devi parlare con mia moglie, quella fa mille euro in una notte”

Intraprendenti e senza scrupoli sono capaci di farsi valere finanche più degli uomini. Sono 14 le donne indiziate nell'ambito dell'ordinanza "Piazza Pulita", che vede 57 persone iscritte nel registro degli indagati con accuse di vario genere. A loro gli uomini dei clan lasciano ampio raggio d'azione e danno massima fiducia. Madri che tagliano dosi davanti ai bambini, nonne che ai nipoti raccontano le dinamiche dello smercio. Lungo pure l'elenco di madri e mogli che per i motivi più disparati hanno deciso di iniziare a fare uso di sostanze

marijuana erba studente campomarino

Campomarino

L’ombra del dark web, un affare redditizio che viaggia per posta. 21 chili di marijuana in casa di un “bravo ragazzo”: chi c’è dietro?

L’arresto (ai domiciliari) dello studente 25enne di Campomarino apre a molti interrogativi e allarga uno scenario imprevedibile di indagini. L’erba – che secondo il protagonista è legale – è stata inviata nei laboratori per le analisi. Sarebbe arrivata a mezzo corrieri, tanto da insospettire molti. Una delle ipotesi al vaglio è quella di un acquisto avvenuto tramite dark web, anche se non si può escludere che i canali di approvvigionamento fossero altri, come l’Albania o la zona del foggiano, e che fosse un “custode” pagato da qualche pesce grosso  proprio perché “insospettabile”.

conferenza carabinieri Minnilli, Gaeta, Di Buduo

Piazza pulita

La camorra inviava in Molise 5 chili di droga al mese. “Segnale di una richiesta preoccupante”

Qualche giorno dopo l'operazione 'Piazza Pulita', i carabinieri fanno il punto e in una conferenza stampa esplicitano il dato allarmante relativo all'uso di stupefacenti nella nostra regione. Il colonnello Gaeta: "Ringraziamo anche i cittadini di Bojano perché tanti esposti sono arrivati anche da parte loro". Intanto il capitano Vincenzo Di Buduo, comandante del Nucleo investigativo, lascia il Molise. Destinazione Brunico, in Alto Adige.