distrettuale antimafia

polizia san severo

Traffici illeciti

Spaccio dalla Puglia al Molise, campobassani fermati a San Severo: compravano coca

Intanto dall'operazione “Decimabis” coordinata dalla distrettuale antimafia di Bari emergono diversi particolari: i soldi della cocaina, del fumo e della marijuana guadagnati spacciando anche nella nostra regione, servivano agli affiliati alla “Società foggiana” per pagare gli stipendi ai detenuti dell’organizzazione

carabinieri cinifoli piazza pulita

Le intercettazioni di piazza pulita

Il boss disprezza i tossici e “Serpico” inventa l’assaggiatore-cavia, come nella Magliana: “Questa è roba colombiana”

Il camorrista cui facevano riferimento i due sodalizi molisani, smantellati dai carabinieri del nucleo investigativo e dalla guardia di finanza, non stimava i consumatori di coca, tant'è che il fratello 34enne si riforniva dal leader bojanese di nascosto. Quest'ultimo, intanto, aveva escogitato la figura dell'addetto "all'assaggio" chiamato a testare la qualità della sostanza

serpico piazza pulita

Piazza pulita - le intercettazioni

Le ossessioni di “Serpico”, il grande alleato del camorrista. Microspie, localizzatori gps e telefoni: “I figli di p… ascoltano tutto”

Il 32enne molisano a capo del secondo sodalizio che due anni fa ratificò l'accordo con il camorrista per il rifornimento della droga e la suddivisione degli affari, era perseguitato dalla convinzione che "gli sbirri" seguissero i suoi spostamenti e quelli di tutti gli altri. Ciclicamente faceva bonificare la sua auto certo che vi fossero delle "cimici" e in una occasione aveva pagato anche cento euro un "esperto" che gli aveva detto di stare "attento ai tecnici dell'Enel"