Quantcast

dissesto idrogeologico

Toma Giunta regionale

Dalla sanità ai trasporti al sisma

Toma rivendica un 2019 “ricchissimo”. E avverte i dissidenti: “Non sarò ostaggio di interessi di parte” video

Il capo della Giunta regionale ha tracciato il bilancio durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno che si è svolta questa mattina - 30 dicembre - a palazzo Vitale. In cima alla lista del governatore ci sono il Patto per la salute, i due Testi unici per l'artigianato e il commercio e la richiesta al premier Conte di nominare il commissario per il sisma 2018 del Basso Molise. Mentre sui trasporti non nasconde di non condividere la scelta del gestore unico decisa dal Consiglio regionale su spinta di Michele Iorio, Toma annuncia la verifica dell'operato dei suoi assessori: "Deciderò io. La maggioranza? O si seguono le linee programmatiche oppure bisognerà risponderne al proprio elettorato".

Si riapre la grande frana, disagi e danni

L'elenco dei beneficiari

Paesi e borghi a rischio frane, pioggia di euro per 25 Comuni: in arrivo 50 milioni contro il dissesto

Il finanziamento più cospicuo va a Petacciato con oltre 34 milioni, parzialmente già previsti, per la storica frana che mette a rischio il paese. Oltre 8 milioni per il borgo di Civitacampomarano, poi fondi a pioggia da Campomarino a Montenero (2 milioni per entrambi) passando per San Martino, Santa Croce, Frosolone e tanti altri. I soldi sono stati resi disponibili dalla firma del decreto del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa