clan

ciro palumpo, piazza pulita, squadra mobile

Piazza pulita

La Squadra Mobile arresta l’agente infedele che favoriva i corrieri della cocaina: “Tu non sei un poliziotto”

Ciro Palumbo, 61 anni, napoletano, aveva riconsegnato pistola e distintivo poco meno di due anni fa con il pensionamento. Gli uomini della questura di via Tiberio lo hanno arrestato nell'ambito dell’inchiesta “Piazza Pulita” su delega della Distrettuale antimafia. Il 61enne, meravigliato dall'irruzione della polizia di Campobasso nella sua abitazione di Rione Sanità ha provato, come sempre, a far leva sull'uniforme che aveva indossato: è stato rapidamente zittito e sottoposto a tutte le procedure di rito

piazza pulita immagini video droga procura campobasso clan molise

Piazza pulita - i dettagli

I malavitosi, le piazze di spaccio, i “tossici assaggiatori”. Coinvolti anche ex assessore cocainomane e poliziotto in pensione foto

La più importante operazione della Procura di Campobasso degli ultimi anni mette in luce uno scenario inquietante di metodi mafiosi, violenza e infiltrazioni criminali tra Bojano e Campobasso. Stroncati tre clan, uno dei quali capitanato da un napoletano “di elevata caratura criminale”, affiliato a un clan di camorra. Tra i 57 indagati anche un ex assessore di Bojano accusato di favoreggiamento e un ex poliziotto di Napoli in pensione, ora agli arresti domiciliari. Particolarmente ripugnante l’impiego di un tossicodipendente assaggiatore della droga, che in un’occasione ha rischiato una overdose: il capo del sodalizio era pronto a gettarlo in un fosso, come emerge dalle intercettazioni.

Operazione carabinieri e finanza tra Campobasso e Bojano

Dda campobasso

Decapitati i clan del Molise: signori della coca investita in night e pellet. In manette un boss della camorra, sequestri per 1 milione di euro video

I NUMERI - LA RICOSTRUZIONE - LE ACCUSE - LA DROGA E IL RICICLAGGIO - 250 uomini di carabinieri e finanza hanno eseguito le misure cautelari all'alba con cani antidroga e un elicottero. In arresto l'uomo considerato al vertice di un clan di stampo camorristico, un napoletano residente a Bojano. Tre organizzazioni criminali operative fra Molise e Campania smantellate dopo 2 anni di indagini serrate che hanno trovato le prove del sodalizio che reimpiegava il denaro della droga in attività illecite in provincia di Campobasso.