ambulatorio

Cattolica Fondazione Giovanni Paolo II Campobasso

La metamorfosi

Boom di ambulatori e servizi privati, “ma non facciamo concorrenza agli ospedali”. In Molise punto di non ritorno per la sanità pubblica

I privati iniziano a riempire il 'vuoto' lasciato dalla soppressione dei servizi offerti dal pubblico decisa negli ultimi 10 anni dai vari commissari. Dopo Termoli, la Fondazione Giovanni Paolo II apre un centro anche a Cercemaggiore. "C'è un'intenzione comune: offrire servizi ai cittadini e che il pubblico non offre", le parole del direttore generale Zappia. Le prestazioni, che saranno a pagamento e con tariffe agevolate per anziani e fasce deboli, si rivolgono all'utenza della Valle del Tammaro e dei centri al confine con la Campania. Infine, sull nuovo commissario: "Non può non tenere conto che Fondazione e Neuromed evitano la mobilità passiva e favoriscono quella attiva".