accordi di confine

santissimo rosario venafro

Santissimo rosario

Colpo di scena a Venafro: commissario alla Sanità propone di riattivare l’ospedale

L'importante novità è contenuta nel programma operativo 2019-2021 in base al quale il Santissimo Rosario, che attualmente accoglie gli anziani delle case di riposo di Agnone e Cercemaggiore positivi al covid, sarà integrato al nosocomio di Isernia. Sarà dotato di un pronto soccorso e alcune specialità come Medicina interna, Chirurgia generale, Ortopedia, Anestesia. Potranno essere attivati fino a 70 posti letto. Ad annunciarlo l'ex consigliere regionale Antonio Tedeschi: "E' ufficialmente parte del nuovo Programma Operativo". Ma serve l'ok del Tavolo tecnico.

ospedale-san-timoteo-corridoi-reparti-153870

La distruzione della sanità

Ospedale unico a Campobasso, meno reparti a Termoli e Isernia: il nuovo Pos affossa il Molise, e i malati “fuggono”

Anche se deve essere vagliato e approvato dal tavolo tecnico, la bozza del Piano operativo 2019-2021 elaborato dai commissari definisce a grandi linee la riorganizzazione sanitaria regionale applicando alla lettera il decreto Balduzzi. Saranno ulteriormente smantellati il San Timoteo e il Veneziale che diventano due presidi di base, a Campobasso ci sarà un unico ospedale di primo livello, il Cardarelli. "Bisogna chiedere una deroga, il presidente Toma deve sbattere i pugni a Roma", dicono i comitati.