Vincenzo Nardelli

 Vincenzo Nardelli

Focus sui numeri

Cos’è l’indice Rt e perché è importante da tenere sotto controllo. Il caso Molise

Nelle ultime ore i social hanno rilanciato una stima apparentemente preoccupante del parametro che rappresenta il numero medio di infezioni secondarie per la nostra regione. Ma le cose non stanno proprio così, come spiega l’esperto di statistica Vincenzo Nardelli: “Nelle aree a bassa incidenza la scoperta di un solo nuovo cluster con un numero relativamente basso di casi può far schizzare l’indicatore fino a superare quello di regioni in cui l’emergenza è in condizioni chiaramente peggiori. Per questo bisogna evitare ogni tipo di graduatoria regionale sulla base di solo questo indicatore”.

 Vincenzo Nardelli

La conoscenza contro la paura

“Attenti a fare paragoni tra le 2 ondate, i numeri non ce lo consentono”. Positivi, tamponi, indice Rt: l’esperto di statistica spiega i dati – GRAFICI e ANALISI

Siamo bombardati da numeri e cifre ogni giorno che tuttavia non spiegano nulla, o quasi, sull’andamento del virus in Italia e in Molise. Vincenzo Nardelli, esperto di statistica di San Martino in P. che ha già partecipato nella prima fase della epidemia al progetto CoVstat con un team di esperti, e che ora sta collaborando a un gruppo di ricerca prestigioso, decodifica i dati, fornisce grafici ma chiarisce che in assenza di uno studio con un campione statistico è impossibile ricavare informazioni pure necessarie sui nuovi positivi. “I numeri giornalieri sono inaffidabili perché risentono di troppe variabili, a cominciare dai tamponi”.