Quintino Pallante

Toma sfiducia 7 luglio 2020

In consiglio regionale

La sfiducia non passa, votano la mozione solo le minoranze. Toma allontana la crisi di luglio e fa pace con Iorio

La mozione di Pd e 5 Stelle viene bocciata: 8 sì, 12 no e un solo astenuto, questo il verdetto dell'Aula. Il governatore salvato dalla sua maggioranza che si prepara a cambiare la Giunta, ma i malpancisti Andrea di Lucente e Salvatore Micone lanciano l’ennesimo avvertimento: “Votiamo no alla sfiducia ma non condividiamo l’operato del presidente, sono state prese scelte scellerate. Se non ci sono le condizioni per andare avanti, stacchiamo la spina”. Da domani iniziano le manovre per distribuire le deleghe ai consiglieri regionali e rivedere la Giunta regionale.

Consiglio regionale Molise

Politica

Crisi in Regione, maggioranza in conclave con i dissidenti. Assente Iorio

E' durato circa tre ore il summit convocato per chiarire la posizione del 'polo civico' all'interno della coalizione guidata da Donato Toma. Per ora non è stato elaborato nessun documento da portare all'attenzione del capo della Giunta regionale: l'improvviso decesso del cognato del vice presidente Cotugno ha avuto effetto sull'andamento dei lavori.

Consiglio regionale 7 agosto

Decisione in consiglio regionale

Ospedali, dietrofront sul Piano: pazienti covid anche a Larino e Venafro. Impegno per tamponi a tappeto su operatori e sintomatici

Mentre la Procura apre un'indagine sul trasferimento degli anziani di Cercemaggiore al Vietri e il sindaco di Larino presenta un esposto, il Consiglio regionale impegna il presidente Toma a cambiare il piano sanitario per fronteggiare l'emergenza legata all'epidemia da coronavirus. A Larino saranno allestite la rianimazione e il reparto di malattie infettive, mentre Venafro ospiterà i pazienti mono sintomatici o in via di dismissioni. Il Pd: "Colpo di mano della maggioranza, ora il piano è carta straccia".