Quantcast

Michele Marone

Filomena Calenda

Molise

Assessore da una settimana chiede subito 2 autisti: i primi atti concreti di Mena Calenda

A sette giorni dalla nomina il neo assessore al Lavoro ha già chiesto i due autisti che le spettano. Filomena Calenda, passata alla storia per aver barattato la poltrona in giunta con il ritiro della firma sulla mozione di sfiducia al governatore Donato Toma, ha motivato la sua istanza con “la necessità di disporre con immediatezza di personale addetto alla guida dell’autoveicolo di servizio”.

Gam consiglio regionale 30 giugno Fanelli Toma Marone Calenda Iorio

Il boomerang

La logica dei 30 denari nell’ora più buia. Ma Toma spiazza le fragili certezze: “Sarà una Giunta a tempo, poi cambio di nuovo”

Il governatore prova a spiegare l'operazione che gli ha consentito di salvare la legislatura: "La maggioranza mi aveva chiesto di nominare un assessore interno, ieri abbiamo siglato un patto di legislatura. Per ora ho sostituito Michele Marone, ma non è detto che la Lega sia fuori dalla Giunta. Devo fare altre valutazioni". Ma fra le opposizioni e fuori dal Palazzo la sostituzione dell'avvocato termolese ha provocato critiche feroci. Non festeggiano nemmeno le promotrici del riconoscimento delle quote rosa. Micaela Fanelli: "Questa battaglia non può essere utilizzata per ammantare giochi di potere".