M5S Federico Ortis Di Marzio

Veleni a palazzo

Tra addii e tradimenti, M5S lacerato. Di Marzio verso il gruppo misto: “Mai con la Lega”. Federico: “Chi esce, si dimetta”

Quasi due anni dopo le Politiche e il pieno di consensi conquistato in tutta Italia, M5S è sull'orlo di una crisi di nervi. Malpancisti e dissidenti non si nascondono più: ieri l'addio di Pasquale Grassi, ma anche il senatore molisano nonchè direttore (in aspettativa) del Cardarelli sta pensando di mollare Luigi Di Maio. Antonio Federico contrattacca: "Chi non crede più nel progetto, si dimetta".