Giuliano Schioppi

Scarabocchi e muri imbrattati a Vazzieri

Pugno di ferro in tribunale

Voleva conquistare Campobasso con lo spaccio di coca e le rapine. Il 25enne si pente, ma non convince il giudice: pena quasi da ergastolo

Michele Di Bartolomeo, alias il writer 'Pensa' che ha riempito di scarabocchi la città di Campobasso, si è pentito in aula ma non ha convinto il giudice. La Pubblica accusa aveva chiesto un terzo della pena poi comminata a carico del 25 enne ma l'autorità giudiziaria ha applicato un giudizio per ogni delitto. E la somma dei tredici capi d'imputazione per cui è stato inquisito ha suggellato un verdetto quasi da 'ergastolo'. Il egale Silvio Tolesino attende le motivazioni ma "al di là di queste, impugnerò immediatamente il dispositivo"

operazione alcatraz conferenza

Operazione alcatraz

“A Campobasso si consumano 4 kg di coca al mese”. Le donne controllavano lo spaccio video

La squadra mobile di Campobasso ha rinchiuso in carcere Ramona Mandato e Maria Stazi, rispettivamente moglie e madre di Salvatore Stazi, ora recluso a Rieti e che fino allo scorso anno avrebbe gestito lo spaccio di droga, con la complicità della compagna, anche nel carcere di Campobasso. Da lì l'inchiesta che ha portato all'esecuzione di sette misure e due sequestri. Ai domiciliari è finita Maria Giovanna Pasquale