Quantcast

Evelina Gollo

Romeo Flocco e Bregantini

Ospedale cardarelli di campobasso

Targa per vittime covid. Il primario di Rianimazione: “La pressione sugli ospedali ci sarà ma Omicron meno letale” foto video

Le persone che hanno perso la battaglia contro il virus ricordate in una targa posta all'ingresso della Rianimazione, una delle 'trincee' dell'hub covid di Campobasso, e donata da una famiglia che ha preferito restare anonima. Il pannello è stato scoperto alla presenza del vescovo Bregantini: "Viene inaugurato oggi, nel giorno del solstizio d'inverno, il momento più buio. Ma chi è guarito è passato dal buio alla luce". Inevitabile fare il punto sulla quarta ondata con il dottor Romeo Flocco: "La crescita dei positivi è esponenziale, la variante Omicron prenderà piede ma per fortuna la terza dose del vaccino sembra efficace".

Vaccino day bambini al Cardarelli

La campagna anti covid

Baby vaccino: piccoli entusiasti, genitori fiduciosi. “Più tranquilli durante le feste e a scuola” video

Giornata dedicata all'immunizzazione dei più piccoli all'ospedale di Campobasso dove sono state somministrate 250 dosi Pfizer alla presenza del dottor Santillo, diretto di Neonatologia e Pediatria del Cardarelli, e del direttore sanitario Asrem Evelina Gollo. Mamme e papà hanno accompagnato di buon'ora i figli al centro vaccinale di contrada Tappino dove per stemperare eventuali paure e ansie erano presenti Babbi Bikers, clown e zampognari. Qualcuno è arrivato anche da Isernia per l'iniezione anti-covid.

coronavirus ambulanza

Le carenze della sanità

Contagi in aumento fra i bambini, impossibile ricovero negli ospedali molisani. Saranno trasferiti fuori regione

Lo stabiliscono le ultime direttive del direttore sanitario Asrem alla luce dell'escalation di contagi e casi di ospedalizzazione tra i più piccoli confermati anche dall'Istituto superiore di sanità. "In caso di positività del test molecolare il bambino viene trasferito in una struttura covid pediatrica extraregionale", scrive la dottoressa Evelina Gollo. Negli ospedali molisani del resto mancano pediatri e sarebbe impossibile assicurare percorsi separati. Tutto a pochi giorni dall'inizio della campagna vaccinale che dal 16 dicembre coinvolgerà la fascia dai 5 agli 11 anni