antonio-di-vito-157184

Termoli

Muore in ospedale, svolta l’autopsia sul 38enne. Due medici del San Timoteo indagati

Caso Antonio Di Vito, 38 anni, deceduto in Pronto Soccorso la mattina del 14 agosto. Il pm di Larino ha dato l’incarico a un medico di Foggia e nel pomeriggio di oggi, 21 agosto, si è svolto l’esame autoptico alla presenza dei consulenti di parte nominati dalla famiglia e dai due dottori indagati dalla Procura in una inchiesta aperta su esposto dei familiari. I funerali fissati a giovedì pomeriggio a Santa Maria degli Angeli.

Vittorino Facciolla De Michele e Capuano

L'inchiesta giudiziaria

Fondi terremoto, tutto archiviato. La rivincita di Facciolla: “Sono finito in un tritacarne, ora pagherà la miseria politica”

Il consigliere regionale Pd spiega le ragioni dell'archiviazione della vicenda che lo ha coinvolto per due anni. Il caso è quello dei fondi post terremoto di cui ha beneficiato per ristrutturare locali lesionati dal sisma 2002 acquistati anni dopo la scossa di San Giuliano di Puglia. All'hotel Rinascimento di Campobasso, con gli avvocati Antonio De Michele e Gina Capuano, annuncia la controffensiva dopo la gogna mediatica portata avanti da Le Iene "con la regia di esponenti politici e dell'informazione molisani". L'ex sindaco di San Martino e vicepresidente della Giunta regionale rilancia la sua battaglia in Tribunale: "Campopiano e Filippo Roma de le Iene pagheranno per aver detto il falso e alterato i documenti".

Tribunale

Il ddl anticorruzione

Avvocati bocciano la riforma della prescrizione: “I cittadini hanno diritto a processo giusto in tempi certi” video

Cosa significa interrompere la prescrizione dopo il primo grado di giudizio? Quali vantaggi porterebbe la riforma del ministro grillino Bonafede? Nessuno, secondo i penalisti molisani che si allineano alle posizioni già espresse dalla categoria a livello italiano. "Il rischio è che i tempi 'lumaca' della giustizia vengano ulteriormente diluiti. E coloro che sono parte lesa in un processo potrebbero non avere più diritto ad un indennizzo" sintetizza Fazio. E De Michele, su facebook, scrive un post nel quale censura il guardasigilli fortemente condiviso dalla categoria molisana