Andrea Di Lucente

Bruxelles Toma Micone Di Lucente Fanelli

Inchiesta sulle carte di credito

Regione Molise, carte di credito usate per viaggi di lusso. La Procura cerca riscontri con hotel e ristoranti

Sta facendo rumore il caso delle carte di credito in dotazione a Giunta e dirigenti che possono spendere fino a 45mila euro all’anno per viaggi di rappresentanza al di fuori dello stipendio mensile, che sfiora i 13mila euro lordi. Dopo essersi rivolto ai magistrati, la denuncia social di Greco (5 Stelle) che annuncia una integrazione all’esposto. Intanto l’avvocato della Regione che aveva richiamato la struttura alla legge dicendo che i resoconti delle carte si devono poter visionare non solo è stata trasferita a un altro settore, ma è stata anche multata per 200 euro. La magistratura di Campobasso vuole chiarezza e ha aperto un fascicolo per peculato, truffa e falso. In seguito all’acquisizione della documentazione in via Genova, la polizia giudiziaria sta procedendo ai riscontri con fatture e ricevute emesse da hotel di lusso e ristoranti.

Consiglio regionale vuoto

Il molise dei precari

Concorsi in Regione, Di Lucente prima denuncia irregolarità e poi blinda Toma. Fanelli (Pd) lo accusa, scintille in Consiglio fotogallery video

Il voto dell'esponente dei Popolari per l'Italia si rivela decisivo per evitare un nuovo tonfo della maggioranza nella seduta monotematica dedicata a chiarire le presunte irregolarità sui concorsi indetti dall'ente di via Genova. Delusi i dipendenti a rischio presenti oggi - 12 novembre - a palazzo D'Aimmo: la Regione Molise conta 600 precari, di cui circa 80 impiegati in Protezione civile. Preoccupati pure i lavoratori delle Comunità Montane che andranno a casa il 31 dicembre.