Portocannone

giuseppe caporicci

Il caso di portocannone

Uomini di buona volontà: racconto di un Municipio fondato sul volontariato video

Sindaco e assessori senza indennità, dipendenti in pensione rimpiazzati da cittadini: il Comune di Portocannone ha istituito un Albo dei Volontari. In Municipio ne sono già due, e cercano di dare una mano come possono, in modo gratuito, per supplire alla mancanza di personale. Sono rimasti in 3 a lavorare: un commesso e due autisti. E il bilancio in deficit, con un buco da quasi 5 milioni di euro causato dalla precedente gestione, impone la rinuncia totale alle indennità. Anche i gettoni di presenza dei consiglieri sono devoluti al sociale. Il primo cittadino fa tutto ed è lui a preparare gli atti amministrativi. Ecco com’è la vita nel Municipio di Portocannone.