Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Lasciamo che esca il sole

Dietro le nuvole si celano grandi opportunità per il Molise.

Questa seconda ondata di restrizioni, che ha investito tante attività economiche molisane, è come una nebbia che ci impedisce di guardare oltre. Il sole è nascosto, e molti di noi si muovono a fatica.

La verità, però, è che molti segnali positivi si stanno formando dietro quelle fitte nubi, e il vero rischio è non accorgersene. Il resto del mondo guarda oggi la nostra regione con crescente interesse, e il fermento interno diventa sempre più vivo e profondo. Se c’è un momento adatto in cui vale la pena guardare al futuro, in realtà è proprio questo.

Il Molise si ritrova, infatti, alle porte di una nuova epoca, ricca di opportunità prima inesistenti. Questa è la prima buona notizia: le occasioni in arrivo per la nostra economia sono davvero parecchie.

Sta via via progredendo la realizzazione della ZES Adriatica, soprannominata anche “ZES del Sole”, che ci vede fare squadra con la vicina Puglia. Sono in fase di definizione sia i Pacchetti Localizzativi (per la determinazione, da parte di Comuni e Regione, degli esoneri da IMU, TASI, TARI, IRAP, ecc.) sia le zone franche doganali: per la prima volta il Molise ne avrà una in concomitanza con l’area portuale di Termoli.

Misure di questo tipo sono in grado di attrarre grandi progetti di investimento, a tutto beneficio del territorio. Alle Piane di Larino è già all’opera il cantiere per la realizzazione di un importante insediamento industriale del gruppo AIA. Da più voci si è appreso in questi giorni che altrettanto alta pare essere l’attenzione anche sulla zona industriale di Termoli, dove sembra stiano per approdare nuovi insediamenti, fra cui un sito produttivo nel comparto delle plastiche biodegradabili ed uno, di grandi dimensioni, legato al settore della logistica. Non è escluso quindi che altri grossi Players del mercato possano trovare interesse a fare una scelta di posizionamento analoga. Così innescando una ricaduta positiva sui territori in termini di nascita di nuove imprese, o consolidamento delle esistenti in veste di fornitori locali.

Non dimentichiamo poi che dal 2021, la Regione torna in quello che una volta era definito Obiettivo uno. Il Molise tornerà quindi a ricevere maggiori risorse dai fondi UE nel ciclo di programmazione 2021-2027 e una maggiore contribuzione, in percentuale, sulla spesa agevolata. In questi ultimi mesi è inoltre intervenuto l’accordo con il Ministro per il Sud per la riprogrammazione dei programmi operativi dei fondi strutturali 2014-2020 che rimette in campo i 138 milioni di euro ad oggi non spesi. Senza dimenticare il Contratto istituzionale di Sviluppo con i suoi 220 milioni di euro di investimenti programmati sui territori. Misure cui andranno ad aggiungersi tutte quelle che il Governo varerà col Recovery Fund.

Si tratta di opportunità che devono essere colte: se si vuole immaginare un futuro per le proprie iniziative imprenditoriali, questo è il momento di muoversi. Sappiamo che per molte realtà questo labirinto di occasioni può intimorire, nella convinzione di non avere gli strumenti giusti per affrontare sfide di questo tipo.

La seconda buona notizia è che le imprese molisane hanno un alleato su cui contare.

Da oltre vent’anni, la mission di Confidi Rating è aiutare le imprese, grandi o piccole che siano, a cogliere con serenità tutte le occasioni che il mercato presenta. Le nostre soluzioni e il nostro metodo di lavoro possono offrire all’imprenditore una vera e propria cassetta degli attrezzi pronta all’uso. Dalla ricerca gratuita delle opportunità di finanza agevolata all’assistenza al credito bancario, dall’accesso alle garanzie pubbliche alla consulenza nella realizzazione dei progetti di investimento fino alla messa a disposizione di spazi di lavoro, con formula coworking, e spazi produttivi.

La nebbia che sembra avvolgerci in questo periodo è passeggera: non dobbiamo lasciare che la complessità attuale ci offuschi lo sguardo. Occorre rimanere lucidi e mantenere la rotta, senza lasciarsi spaventare da cambiamenti inevitabili.

Confidi Rating è al fianco di tutte quelle imprese, specie le più piccole, che vogliono credere nel proprio progetto imprenditoriale. Metodo e determinazione sono gli strumenti necessari per riuscire a gestire il cambiamento, e tornare a guardare il sole con fiducia.

Più informazioni su