Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

In cucina con il Maestro Armando Scalella: il talentuoso pizza-chef termolese torna in tv

Fumante ed esplosivo, proprio come le sue pizze. Lui è Armando Scalella, giovane e brillante professionista dell’arte bianca. Il suo talento è stato premiato anche quest’anno con la partecipazione (per il secondo anno consecutivo) al programma televisivo ‘In cucina con lo chef’, in onda tutti i giorni su Telemolise.

In cucina con lo chef

Dopo l’esordio dello scorso anno, in cui il pizza-chef termolese ha ‘bucato lo schermo’ per 14 puntate, ecco che anche in questa sesta edizione dell’acclamata trasmissione televisiva Armando torna protagonista, per ora con 6 puntate e poi chissà. Ne abbiamo parlato con Gigi Di Simio, il conduttore del programma nato anni fa con lo chef Nicola Vizzarri. “Armando si è proposto l’anno scorso e lo abbiamo accolto in doppia veste, perché ci ha preparato sia piatti di cucina che prodotti dell’arte bianca come pizze, panettoni, colombe e addirittura pane. Quest’anno ci sembrava doveroso farlo tornare, ormai è un nostro amico e lo consideriamo un giovane talento della nostra terra”. Di talento e di capacità Armando ne ha da vendere, così come di creatività ai fornelli.

La pizza non ha segreti per lui, rappresentante per il Molise dell’Accademia Nazionale Pizza Doc, una realtà nata in Campania ma ormai divenuta leader (a livello nazionale e non solo) nel campo della professionalizzazione dell’arte della pizza. Ma Armando si destreggia più che bene anche nella cucina in senso tradizionale. Proprio in una delle sei puntate di ‘In cucina con lo chef’ ha sfornato una cacio e pepe con l’aggiunta gourmet di guanciale e tartufo, tutta da leccarsi i baffi.

In cucina con lo chef
In cucina con lo chef

Quanto alle pizze – il suo piatto forte e il fulcro della sua professione – non c’è che da scegliere. Gigi Di Simio le ha amate tutte ma una in particolare, quella con crema di zucca, salsiccia di fegato di cinghiale, stracciata e chips di basilico. Il conduttore, che di esperti ai fornelli in tre anni ne ha visti davvero tanti, lo dice chiaramente: “Amo e frequento Napoli, sono un amante della pizza e quelle di Armando sono davvero grandiose”.

Le capacità tecniche ai fornelli, ormai è chiaro, ad Armando non mancano. Ma c’è di più. “Noi crediamo – prosegue Di Simio – che questo giovane abbia tutte le carte in regola per diventare un personaggio”. E ci spiega perché. Non  comune la sua determinazione, la sua autostima, la sua capacità di creare relazioni professionali, la sua spigliatezza. “È come se avesse già in mente il suo percorso, questo mi ha piacevolmente impressionato”. E poi, non secondario, la cura della sua comunicazione e della sua immagine. “La sua comunicativa è quella giusta, sorride, sa stare davanti alle telecamere”.

Non è un caso o un colpo di fortuna se il giovane Armando, neanche 24 anni, quest’anno sia ‘sbarcato’ al Lido di Venezia, nientepopodimeno che per deliziare le star nel corso della 77° Mostra Internazionale del Cinema. Tempo fa ci aveva preannunciato che a febbraio prossimo sarà – sempre con l’Accademia Nazionale Pizza Doc – al Festival di Sanremo. Il suo curriculum fa, insomma, già ‘impressione’. I successi però non arrivano, per l’appunto, per mera casualità. Armando cura tantissimo la sua formazione e, d’altra parte, la fa ad aspiranti pizzaioli. Insomma, la pandemia non ha certo fermato il promettente Scalella, che viaggia spedito verso nuove soddisfazioni. In questo senso è un formidabile esempio per tanti giovani.

Dal Molise alla Mostra del Cinema di Venezia: a deliziare le star un giovane pizza-chef termolese

La trasmissione, in onda dallo scorso 18 ottobre e fino al prossimo 6 giugno, rende dunque merito a questo talentuoso ragazzo. Tra i tanti food-lovers, food-blogger e professionisti che si avvicenderanno nell’edizione 2020-2021 (oltre 30) c’è anche il Maestro Armando Scalella.

“Noi siamo contentissimi di aver avuto Armando. Ho seguito il casting, peraltro, e lui mi è piaciuto subito”, conclude Di Simio. Non perdetevelo.