Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Magia e tradizione per il 36° Presepe vivente di Montenero foto

Il Natale montenerese è ormai sinonimo di Presepe Vivente. Il tradizionale appuntamento con la Natività di Gesù, ambientato nell’incantevole scenario delle grotte arenarie, è giunto alla sua trentaseiesima edizione ed è curato come ogni anno dalla Pro Loco Frentana, con il patrocinio del Comune di Montenero di Bisaccia.

Un esempio di devozione, quello dei volontari e dei figuranti che rinnovano la loro disponibilità nei giorni delle festività natalizie, che travalica ogni forma di partecipazione ad altri eventi che si tengono nel corso dell’anno. Al Presepe, semplicemente, vogliono partecipare tutti.

La rappresentazione della nascita di Gesù Bambino in una grotta riscaldata da un bue e un asinello, suscita meraviglia e stupore ancora oggi, richiamando visitatori e turisti provenienti da molte regioni italiane, come sarà testimoniato in diretta anche dalla trasmissione Uno Mattina, su Rai Uno, in programma il 24 dicembre.

Oltre ad alcune scene rinnovate, quest’anno il Presepe Vivente si arricchisce di un’ulteriore novità, che riguarda l’illuminazione delle grotte arenarie. Il progetto illuminotecnico è stato curato infatti dagli studenti dell’Ipsia di Montenero di Bisaccia, dell’indirizzo di Manutenzione e Assistenza Tecnica, guidati dal Prof. Abbondandolo. Gli stessi alunni, coadiuvati dallo staff della Pro Loco, hanno installato l’impianto, curandone insieme la configurazione e la manutenzione durante le serate della rappresentazione. I ragazzi hanno provveduto a realizzare preliminarmente un modello in scala ridotta delle grotte, con la proposta di illuminazione a Led Rgb, (il manufatto sarà visibile all’interno del Presepe), occupandosi della scelta dei materiali per l’acquisto dei fari a basso consumo energetico; successivamente hanno realizzato l’impianto, con l’obiettivo di diminuire in maniera sostanziale il consumo di energia e di rendere più suggestiva l’atmosfera del Presepe, proponendo scenografie che mettono in risalto determinati aspetti e valorizzando un luogo ricco di fascino come quello delle grotte arenarie, che resta un sito importante per il territorio e la comunità di Montenero di Bisaccia.

E sempre grazie agli studenti dell’Ipsia, all’interno del Presepe sarà possibile usufruire dei tag Nfc, per conoscere meglio le caratteristiche di questa sacra rappresentazione che ogni anno affascina migliaia di visitatori.

La sola scena della Natività sarà rappresentata a mezzanotte del 24 dicembre in Piazza Giovanni XXIII°, nei pressi della Chiesa di San Matteo Apostolo.

Il Presepe Vivente sarà invece aperto regolarmente nei giorni  26, 28 e 29 dicembre, dalle  17 alle 20 circa.

Nel mese di gennaio il Presepe sarà visitabile nei giorni 1 e 5 gennaio dalle ore 17 alle ore 20 circa, mentre il 6 gennaio ci sarà il tradizionale corteo dei Magi a partire dalle ore 15,30 da Piazza della Libertà, con apertura del Presepe dalle ore 17.

L’atmosfera del Presepe Vivente accoglierà e stupirà tutti anche quest’anno, all’interno di un paesaggio incantato che ospiterà centinaia di comparse, tra pastori, mercanti, scalpellini, falegnami, fabbri, massaie, antichi romani e tanti altri personaggi, fino a giungere alla grotta della Natività, con i figuranti che andranno ad impersonare San Giuseppe, la Madonna e Gesù Bambino che, come sempre, sarà scelto tra uno dei bimbi nati negli ultimi mesi di quest’anno.

Più informazioni su