Quantcast
Campobasso

Scuole sicure, controffensiva di Pd e Lega: “Gravina spieghi soluzioni per la ripresa a settembre”

Giose Trivisonno (Pd) e Alberto Tramontano (Lega) rilanciano: "I cittadini, in primis studenti, docenti e ata, devono essere correttamente informati"

Le lezioni in classe sono terminate da pochissimi giorni e da oggi sono iniziati gli esami di maturità. Anche se mancano diverse settimane alla ripresa dell’anno scolastico 2022/2023, venerdì 24 giugno il Consiglio comunale di Campobasso ospiterà una seduta monotematica dedicata alle scuole e alla sicurezza degli edifici scolastici.

Le opposizioni – Pd e Lega – passano al contrattacco e cercano di inchiodare il sindaco Roberto Gravina proprio sullo stesso terreno su cui era scivolato l’ex sindaco dem Antonio Battista (più volte contestato dai pentastellati che nella scorsa legislatura erano all’opposizione) e ancora prima Gino Di Bartolomeo. Per la città capoluogo, che ha vissuto anni piuttosto turbolenti tra studenti trasferiti e istituti chiusi, quello delle scuole sicure resta un tema caldo.

Conferenza Battista Chierchia Trivisonno PD lega Campobasso

Con la richiesta del monotematico, Giose Trivisonno e Alberto Tramontano chiedono di “conoscere e verificare l’operato dell’assessore alle opere pubbliche (Giuseppe Amorosa ndr) per informare correttamente la cittadinanza sugli interventi previsti e sugli edifici scolastici che non garantiscono sicurezza e incolumità adeguata”. Per l’opposizione è urgente inoltre “conoscere i tempi di consegna della scuola di Mascione”, senza trascurare “le diverse scuole cittadine comunali ospitate in locali privati ormai da diversi anni”. In quell’occasione l’amministrazione guidata da Roberto Gravina dovrà chiarire “se gli edifici scolastici della città siano sicuri, adeguati ed idonei ad ospitare alunni, docenti e personale Ata”.

I consiglieri comunali chiedono anche la partecipazione dei cittadini, dei docenti e dei dirigenti scolastici al consiglio comunale che “è stato promosso per prima cosa come momento di ascolto dei cittadini che dunque potranno intervenire”, sottolineano. “Per i ragazzi – commentano ancora Tramontano e Trivisonno – è il momento delle meritate vacanze, per l’amministrazione i prossimi 60 giorni sono fondamentali e decisivi per non farsi cogliere impreparati ad inizio anno scolastico”.

leggi anche
Scuola Mascione
Campobasso
Chiusa 6 anni fa, ricostruzione ferma per la scuola Mascione. I genitori: “A settembre non riaprirà”
commenta