Pioggia di nomine

Soldi del Pnrr contro lo spreco dell’acqua: costituita nuova società regionale

Dalla Grim (Gestione risorse idriche del Molise) a Molise Dati, da FinMolise alla Fondazione Molise Cultura: valzer di incarichi negli enti regionali. A capo del consiglio di amministrazione della nuova società nata per l'acqua pubblica il commercialista Massimo Saluppo, ex amministratore unico della 'Sviluppo montagna molisana'.

Avrà il compito di intercettare e utilizzare i finanziamenti previsti dal Pnrr contro lo spreco delle risorse idriche la nuova società che si occuperà della acqua pubblica in Molise. La Grim – Gestione risorse idriche molisane – è nata ufficialmente il 24 giugno, quando davanti al un notaio di Campobasso è stata formalizzata la costituzione della neonata società e sono stati contestualmente designati i membri del Consiglio di amministrazione. Sarà guidato dal commercialista campobassano Massimo Saluppo, ex amministratore unico della società ‘Sviluppo della Montagna Molisana spa’. Completano il consiglio di amministrazione della Grim Nella Caruso, Marco Chiaverini e Rita Menna (designati dai Comuni) e l’ingegnere Carmen Parmentola, quest’ultima designata da Molise Acque, l’agenzia speciale regionale che ha aderito alla stessa Grim prevedendo un impegno di spesa di 100.000 euro.

Ammonta ad un milione di euro il capitale sociale della società che si occuperà delle risorse idriche molisane per conto dell’Egam. A deciderlo il Comitato d’ambito dell’ente di governo che lo scorso 5 aprile ha approvato lo statuto per creare una società consortile a responsabilità limitata partecipata da tutti i comuni della regione Molise e dall’azienda speciale regionale Molise Acque. Un percorso avallato dalla Regione Molise con la deliberazione numero 176 dello scorso 10 giugno.

La Grim si occuperà di intercettare i finanziamenti del Piano nazionale di ripresa e resilienza per l’ammodernamento delle reti idriche cittadine e quindi per evitare di sprecare una risorsa preziosa come l’acqua: un’azione fondamentale soprattutto di questi tempi quando, con la siccità, si sta delineando una vera e propria emergenza.

La nuova società inoltre si occuperà degli impianti di depurazione. Attività che verranno gestite dal nuovo Cda fino al 23 giugno 2023 per favorire il passaggio della gestione delle reti idriche dai Comuni alla stessa Grim. Molise Acque invece continuerà ad occuparsi della captazione, adduzione e grande distribuzione.

Non è l’unica novità che si registra all’interno degli enti regionali. Sempre il 24 giugno, nello stesso giorno in cui si costituiva la Grim, la giunta regionale guidata da Donato Toma ha individuato i nuovi membri della consiglio di amministrazione della società partecipata Molise dati. Il Consiglio di amministrazione sarà guidato da Giuseppe Tondi, Fabio D’Amico e Maria Antonietta Mariani ne sono i componenti. Al primo sarà corrisposto un compenso di 40.000 euro (per ciascun esercizio), per i due componenti del CdA il compenso omnicomprensivo è di 15.000 euro.

Nuovi incarichi anche in altri due enti regionali: Fondazione Molise Cultura e Finmolise. La prima sarà saldamente guidata dalla presidente Antonella Presutti, entrano nel CdA Veronica Sacchetti e Maurizio Varriano, il presidente dei Borghi di eccellenza indicato dal presidente della provincia di Campobasso Francesco Roberti ma anche molto vicino alla consigliera Aida Romagnuolo.

Confermato anche il vertice della Finmolise, l’ex sindaco di Guglionesi Bartolomeo Antonacci. La giunta regionale ha nominato Domenico Fagnano amministratore delegato e Giovanna Di Bello come componente dopo il rifiuto di Fabio Patriciello “per motivazioni personali e professionali”, come si legge nella delibera di giunta regionale dello scorso 15 giugno.

 

leggi anche
sub controlli viadotti anas liscione bifernina
Contro la crisi idrica
20 anni dopo l’alluvione ecco i lavori per riparare i danni alla diga: così il Liscione avrà più acqua
commenta