Quantcast
Altre news

Noleggio a lungo termine: come funziona e cosa succede alla scadenza del contratto

La formula del noleggio auto a lungo termine esiste ormai da diverso tempo ed è stata per decenni una soluzione particolarmente interessante soprattutto per le aziende e per i liberi professionisti. Simile per certi versi al leasing, consente di avere a disposizione un veicolo evitando nel contempo tutte quelle incombenze legate al possesso di un’auto di proprietà ossia scadenze, costi relativi alla manutenzione e via dicendo. Negli ultimi anni questa formula è diventata sempre più popolare anche tra i privati, proprio per via degli effettivi vantaggi che è in grado di offrire. Le offerte sono aumentate in modo esponenziale, così come le società che propongono tale servizio.

Per il noleggio auto lungo termine privati e partite IVA dunque possono rivolgersi alla medesima concessionaria, che propone soluzioni ad hoc in base alle necessità specifiche del cliente.
Come funziona però nel dettaglio questa formula? Cosa succede una volta che scade il contratto? Scopriamolo insieme.

Noleggio auto a lungo termine: come funziona

La formula del noleggio auto a lungo termine, che come abbiamo detto è disponibile sia per le Partite IVA che per i privati, consente di avere a propria disposizione una vettura per un periodo di tempo variabile ma sempre limitato ad alcuni anni. Durante questo arco temporale, non bisogna fare altro che corrispondere un canone mensile fisso, il quale comprende praticamente tutti i costi legati al mantenimento dell’auto. Nell’importo da versare ogni mese infatti sono inclusi la copertura assicurativa, il bollo, l’assistenza stradale, la manutenzione ordinaria e via dicendo. L’unica spesa che bisogna sostenere in autonomia è quella relativa al rifornimento.
Per noleggiare un’auto a lungo termine bisogna rivolgersi ad una società di noleggio che offra tale servizio e scegliere la tipologia di veicolo che si preferisce. Naturalmente, l’importo del canone mensile dipende strettamente da questo aspetto, oltre che da eventuali servizi extra che si volessero aggiungere al pacchetto.
Una volta stipulato il contratto, si riceve l’auto e la si può utilizzare liberamente come se fosse di proprietà, avendo cura naturalmente di mantenerla in buone condizioni. Cosa succede però una volta raggiunta la scadenza del contratto di noleggio? Questa è una domanda che si pongono in molti, dunque vediamo di fare chiarezza nel prossimo paragrafo.

Noleggio auto a lungo termine: cosa succede alla scadenza del contratto

Come abbiamo accennato, la formula del noleggio auto a lungo termine è simile per certi versi al leasing ma non è del tutto uguale. La principale differenza sta nel fatto che il contratto non prevede alcun vincolo alla scadenza del periodo di noleggio, dunque non si è obbligati a riscattare il veicolo sostenendo una maxi rata finale.
Quello che accade una volta che scade il contratto, dipende dalla società di noleggio. Le migliori offrono la possibilità di scegliere tra varie opzioni:

  • Restituire semplicemente l’auto, senza sostenere alcuna spesa extra;
  • Continuare a guidare l’auto con la formula del noleggio pagando un canone più vantaggioso;
  • Cambiare auto, dunque restituire quella precedentemente noleggiata e scegliere un modello differente.

È bene precisare che non tutte le società di noleggio offrono un ventaglio di opzioni così ampio, ma le migliori lo fanno ed è un vantaggio non da poco. In questo modo infatti si può sperimentare il servizio e provare a guidare per alcuni anni un determinato modello, per capire se effettivamente risponde appieno alle proprie esigenze. Se così non fosse lo si può sostituire, mentre se ci si fosse trovati bene si può tenere la stessa auto pagando un canone molto più economico.
In tutti i casi comunque, l’obbligo del riscatto non esiste dunque il noleggio a lungo termine non è uguale al leasing.

commenta