Quantcast
Il cielo itinerante

Il tour ‘Italia Brilla’ arriva in Molise: astronauti per un giorno a Sepino e Scapoli

Il progetto “Italia Brilla - Costellazione 2022” de Il Cielo Itinerante arriva in Molise con un doppio appuntamento lunedì 6 giugno a Sepino e mercoledì 8 giugno a Scapoli, tappe del tour che punta a promuovere le materie scientifiche e tecnologiche.

Italia Brilla – Costellazione 2022 è il nome dell’iniziativa principale promossa da Il Cielo Itinerante, associazione fondata da Ersilia Vaudo (ESA Chief Diversity Officer e Presidente dell’associazione) e Alessia Mosca (già Europarlamentare e Vicepresidente), che si propone di avvicinare le bambine e i bambini in situazioni di disagio socio-economico allo studio delle materie STEM: un tour che durerà sei mesi e toccherà 50 comuni in tutte le regioni italiane.

Il progetto, di cui l’UNICEF Italia è main partner, è patrocinato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e rientra nel programma educativo congiunto con ESA – Agenzia Spaziale Europea, promosso in occasione della missione Minerva di Samantha Cristoforetti. L’iniziativa è anche patrocinata dal Ministero dell’Istruzione.

il cielo itinerante italia brilla scapoli

 

Il pulmino dell’associazione, insieme ai divulgatori scientifici ed i telescopi, si fermerà per una doppia tappa in Molise a Sepino e a Scapoli. In occasione della prima tappa di Sepino il 6 giugno, l’evento si terrà in Piazza Nerazio Prisco in collaborazione con l’Associazione Sepino nel Cuore APS.

L’evento di mercoledì 8 giugno a Scapoli si svolgerà presso il Palazzo del Comune in via Volturno, una tappa realizzata col patrocinio dello stesso Comune di Scapoli e in particolare grazie all’Assessore Stefano Izzi, promotore dell’iniziativa dopo il successo del tour Il Cielo Itinerante – 2021.

L’iniziativa, in entrambi i casi, avrà luogo a partire dalle 17:30 per una durata complessiva di circa cinque ore. In occasione delle tappe molisane, i partecipanti diventeranno protagonisti di due laboratori pratici: il primo, “Astrokids – Astronauti per un giorno”, per scoprire il processo di selezione per diventare astronauti, nonché come si vive sulla Stazione Spaziale Internazionale. Il secondo laboratorio consentirà di costruire e lanciare un razzo realizzato dagli stessi partecipanti. Le giornate si concluderanno intorno alle 22:30 con l’osservazione del cielo, grazie a telescopi professionali.

“La possibilità di scoprire il cielo e avvicinare i ragazzi alla scienza attraverso il gioco può mettere in atto una trasformazione profonda. La voglia di proiettarsi in avanti e immaginare per sé stessi prospettive nuove. Sì, un telescopio può fare piccole magie”, ha commentato Ersilia Vaudo, Presidente Il Cielo Itinerante.

Più informazioni
commenta