Quantcast
Consiglio regionale

Salta il numero legale, slitta approvazione della Legge di Stabilità e del bilancio

Riprenderanno martedì 17 maggio i lavori dell'assemblea regionale: ieri sera l'assenza del numero di consiglieri sufficienti a proseguire i lavori ha costretto il presidente Salvatore Micone a rinviare l'approvazione della Legge di Stabilità 2022 e del bilancio di previsione 2022-2024. Il capogruppo Pd Micaela Fanelli: "La maggioranza di centrodestra di Donato Toma è implosa e sta per autoaffondarsi".

Proseguirà martedì prossimo 17 maggio la ‘maratona’ sul bilancio del Consiglio regionale: è slittata di qualche giorno l’approvazione finale della Legge di Stabilità e del Bilancio di previsione per il triennio 2022-2024 che erano attesi nella notte. Alla fine la mancanza del numero legale ha costretto il presidente dell’assise regionale Salvatore Micone a rinviare la seduta di qualche giorno: il primo appello per verificare la presenza del numero di consiglieri sufficienti a garantire i lavori si è svolto intorno alle 21.30 ed è stato richiesto da Andrea Greco che poi ha postato su Facebook la foto di un’Aula desolatamente vuota.

Greco

I lavori si sono riaperti alle 22.34, ma in questo secondo appello il capo dell’assemblea regionale ha accertato che non ci fossero le condizioni per proseguire la seduta. Tutto rinviato dunque a martedì 17 maggio.

“La maggioranza di centrodestra di Donato Toma è implosa e sta per autoaffondarsi”, il commento che affida ai social il capogruppo Pd Micaela Fanelli. “Un’agonia lenta, costante, inesorabile, che potrebbe arrivare al capolinea politico”. La consigliera regionale dem descrive l’alta tensione che sta tenendo banco tra le fila del centrodestra: “Non trovano la quadra, non hanno i numeri in Aula, sono incapaci di approvare il bilancio della Regione”.  Quindi, conclude, “questa è la fine sostanziale di una legislatura ingloriosa.
Questo è il momento di ritrovare l’unità di tutte le forze libere e democratiche del Molise e di mobilitarci per dare loro l’ultima spallata e voltare pagina”.

Micaela Fanelli pd

Ieri, nel terzo giorno dedicato alla sessione bilancio, l’Aula aveva approvato alcuni articoli ed emendamenti della Legge di stabilità regionale 2022.

Tra le misure inserite nella Legge di Stabilità l’aumento dei fondi a disposizione di Sviluppo Molise (250mila euro in più), la chiusura della società Sviluppo della Montagna Molisana e le nuove regole per le società che operano nel trasporto pubblico. La Legge di Stabilità prevede anche l’istituzione della prima Scuola molisana di protezione civile, che si occuperà delle attività formative del volontariato e degli operatori e potrà portare avanti ad esempio progetti pilota. Il provvedimento punta anche a disciplinare la modalità di richiesta di rimborso della tassa automobilistica regionale nell’ipotesi di furto del veicolo ed esentando dal pagamento della stessa tassa i disabili.

Approvato anche l’emendamento proposto da Andrea Di Lucente (Popolari), dal presidente del Consiglio regionale Salvatore Micone (Udc) e da Armandino D’Egidio (Forza Italia) per la stabilizzazione degli operatori della sala della protezione civile regionale precari da 20 anni.

leggi anche
consiglio regionale 11 gennaio 2022 elezione grandi elettori quirinale
La 'maratona' sul bilancio
Ultime ore prima del voto, in Consiglio regionale rush finale sul bilancio
consiglio regionale 13 maggio 2022 foto facebook
Consiglio regionale
Bilancio, ultimo atto: la maggioranza si rimette in riga e approva Legge di Stabilità con 11 voti
commenta