Quantcast
Trasporti

Raddoppio ferroviario, 17 nuovi treni e stazioni da rifare: 2 miliardi di investimenti in Molise

Rfi annuncia interventi sia sulla rete infrastrutturale ferroviaria che sui mezzi, oltre alla realizzazione di strade statali nel Piano industriale '22-'31

Oltre 2 miliardi di euro per investimenti su ferrovie, treni e strade del Molise. In particolare il raddoppio ferroviario Termoli-Lesina, 17 nuovi treni, la riqualificazione delle stazioni di Campobasso e della città adriatica. E poi il collegamento su strada con l’autostrada A1 e diversi altri interventi. Li ha annunciati oggi Ferrovie dello Stato presentando il proprio Piano Industriale 2022-2031 che prevede “oltre 190 miliardi di investimenti con un impatto sull’economia nazionale stimabile in 2-3 punti percentuali di Pil”. Ne hanno illustrato i contenuti questa mattina, a Roma, in una conferenza aperta a colleghi e giornalisti, la Presidente, Nicoletta Giadrossi, e l’Amministratore Delegato, Luigi Ferraris.

In Molise gli interventi maggiori riguardano il raddoppio Termoli-Lesina, il potenziamento della linea Venafro-Campobasso-Termoli e la velocizzazione, per fasi, della linea Adriatica. In tutto Rfi ha stanziato 1,1 miliardo di euro destinati ai progetti infrastrutturali per la rete ferroviaria molisana.

Secondo Rfi il Polo Passeggeri “è destinato allo sviluppo di una mobilità sempre più sostenibile con servizi multimodali e focalizzati sulle esigenze di viaggiatori. In particolare, sono 139 i milioni di euro destinati alla flotta Regionale e all’acquisto di 17 nuovi treni, per una transizione verso mezzi sempre più ecocompatibili e performanti, che garantiranno maggiore comfort, sicurezza e una migliore accessibilità. Nell’arco temporale del piano è inoltre prevista l’attivazione di servizi sulla linea Bojano-Campobasso”.

trenitalia rfi anas lavoratori

Invece il Polo Urbano “è dedicato alla rigenerazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare del Gruppo FS, per individuare soluzioni di intermodalità smart e sostenibile, di primo e ultimo miglio, in relazione al contesto urbano di riferimento. In questo ambito si stimano circa 100 mila mq di aree da valorizzare, in particolare per i progetti di riqualificazione delle stazioni di Termoli e Campobasso, per un valore di 9 milioni di euro.  Inoltre, sono previsti interventi per il “nodo ferroviario” di Termoli, che consentiranno di individuare le soluzioni urbanistiche e infrastrutturali più idonee alla rifunzionalizzazione dell’intera area urbana”.

Per quanto riguarda le strade sono previsti investimenti del valore di 1 miliardo di euro che riguardano “il collegamento con l’Autostrada A1 – Variante di Venafro, il collegamento tra il Bivio di Pesche della SS17 e quello di Isernia Castel di Sangro sulla SSV, l’adeguamento della SS87 nel tratto Campobasso Bivio S. Elia”.

leggi anche
binari termoli ferrovia
Passo avanti
Ferrovia adriatica, aggiudicati i lavori (anche) per il raddoppio della Termoli-Ripalta
commenta