Quantcast
Per 45 posti

Concorsone infermieri Molise, solo 134 ammessi agli orali su quasi 3mila

L'azienda sanitaria regionale ha reso noto l'esito del concorso per 45 posti da infermiere per gli ospedali molisani. La Fials: "Siamo sconcertati. La conferma che non c'erano le condizioni minime necessarie ed indispensabili per il corretto svolgimento della prova".

Tredici giorni dopo l’esame scritto svolto a Roma e che aveva provocato tante polemiche a causa delle criticità della rete Internet, l’azienda sanitaria regionale ha reso noto l’esito del maxi concorso per 45 posti da infermiere per gli ospedali molisani: circa 4mila persone avevano presentato la domanda di partecipazione, ma lo scorso 27 aprile la prova è stata sostenuta da poco meno di 3mila. Invece gli ammessi alla prova orale sono circa 130. Per la precisione 134, secondo i calcoli della Fials.

Esiti-e-punteggi-concorso infermieri

La graduatoria è stata pubblicata sul sito dell’Asrem. I candidati che hanno superato la prova scritta e quella pratica, adesso dovranno affrontare l’esame orale che concluderà l’intera procedura e che permetterà l’assunzione da parte di Asrem di infermieri per potenziare i reparti.

“Concluderemo in breve tempo la procedura che abbiamo avviato qualche settimana fa effettuando gli orali, il cui calendario verrà pubblicato sempre sul sito internet aziendale, sulla Gazzetta Ufficiale e tramite pec all’indirizzo di ciascun candidato ammesso”, ha spiegato il direttore generale di Asrem, Oreste Florenzano. “Al termine della procedura e della presa di servizio effettiva di chi supererà il concorso, effettueremo una nuova valutazione dell’organico di cui necessitano i nostri nosocomi e quale ulteriore percorso intraprendere per il futuro”.

Il segretario regionale del sindacato Fials, Carmine Vasile, dice di essere “attonito e perplesso sulla circostanza che solo 134 infermieri, su un totale di oltre 2500 partecipanti, siano riusciti a superare la prima prova al concorso pubblico tenutosi il 27 aprile a Roma. Facendo gli auguri a coloro che hanno superato le prove, non si può credere al fatto che quasi la totalità dei restanti partecipanti sia ignorante o non abbia i minimi rudimenti di cultura generale e specifica, oggetto della prova stessa. Anzi il dato numerico in questione conferma le notizie, che si erano diffuse subito dopo lo svolgimento del concorso, circa la mancata ricorrenza delle condizioni minime necessarie ed indispensabili per il corretto svolgimento della prova”.

Per questo motivo il sindacato mette a disposizione l’ufficio legale convenzionato per attivare le giuste ed opportune azioni legali per chi volesse impugnare il concorso, di cui sono state denunciate “irregolari modalità logistiche, ambientali, tecniche ed organizzative”.

leggi anche
concorso fiera roma infermieri oss
La bolgia a roma
Concorso capestro per infermieri e oss molisani. Ore di attesa e connessione in tilt: “Trattati come bestie, un sogno sfumato”
concorso fiera roma
La procedura sotto accusa
Maxi-concorso a Roma, l’Asrem si difende: “Problema rete non imputabile a noi ma verificheremo”
concorso fiera roma infermieri oss
Ricorsi
Maxi concorso infermieri, molti esclusi impugnano la procedura Asrem
commenta