Quantcast
Carrese a due

Sale le febbre da Carrese, due i carri in corsa. I Fedayn beffati, buoi fermi in Puglia

Il terzo carro non sarà in competizione oggi a Ururi, secondo quanto si apprende in paese a poche ore dalla partenza. Gli animali, buoi della tipica razza calabrese in uso per questa manifestazione, sarebbero bloccati in Puglia e non potrebbero allontanarsi per ragioni sanitarie, legate al rischio brucellosi che ha investito diversi allevamenti. Restano in gara i giovanotti e i giovani

Il Carro dei Fedayn non sarà sulla linea di partenza della Carrese di Ururi. Perde un pezzo importante la corsa dei carri del 3 maggio nel paese arbereshe a causa di un caso di brucellosi fra i capi bovini che ha spinto la Regione Puglia a non permettere il trasferimento dei buoi che i Fedayn tenevano nei giorni scorsi a Chieuti dopo averli acquistati dalla Calabria.

Di recente infatti un focolaio della malattia infettiva che colpisce mucche e pecore è stato rilevato proprio in Molise anche se non nelle zone dove si svolgono le Carresi. Stamattina la notizia dello stop imposto dalla Regione Puglia che non permetterà al carro dei giallo-verdi di competere.

Restano confermate invece le presenze del Carro dei Giovanotti giallorossi che partiranno in prima posizione dopo aver vinto l’ultima edizione quella del 2019 e di quello dei Giovani biancocelesti che invece vogliono rifarsi dopo la bruciante sconfitta di 3 anni fa.

leggi anche
ururi preparativi carrese 2022
L'attesa
Tre anni dopo quel sorpasso: Ururi in trepidazione per lo spettacolo della Carrese

La giornata di oggi, 3 maggio, segnata dal bel tempo, è uno dei giorni più importanti dell’anno a Ururi, dove si corre la seconda Carrese del Molise, per il Sacro legno della Croce. La benedizione degli animali in piazza, in arbereshe (lingua della comunità etnica) ha raccolto migliaia di persone. Numerosi i cittadini che stanno arrivando da tutta la regione e dalle regioni limitrofe per assistere allo spettacolo.

Tre anni di attesa che stanno finalmente per finire. Ururi è in trepidazione per la Corsa dei Carri, tradizione simbolo del paese arbereshe. Tre anni dopo quella spettacolare edizione, il 3 giugno 2019, quando il famoso incrocio che è il punto fondamentale della corsa e che contraddistingue la Carrese di Ururi, decise l’esito della competizione. Quella volta i Giovani, partiti in testa da Masseria Pantoni, si fecero superare alla biforcazione, dove per tradizione il carro in testa è costretto a prendere il percorso più lungo.

ururi preparativi carrese 2022
ururi preparativi carrese 2022
ururi preparativi carrese 2022

OggiUruri è vestita a festa. Dappertutto si notano bandiere, striscioni, coccarde e omaggi ai colori dei carri in competizione. L’attesa è al culmine, così come la voglia di festeggiare, al di là di chi riuscirà a primeggiare.

Più informazioni
leggi anche
Carrese di Ururi
La gara
Sorprese e sorpassi, i Giovani trionfano alla Carrese di Ururi. Tensione all’arrivo
commenta