Quantcast
La vetrina internazionale

“Coloriamo la città di rosa”: il Giro d’Italia a Isernia. Poi il mitico Macerone

Tutto pronto per la partenza di domenica intorno alle 11. “Facciamoci trovare pronti ad accogliere con la giusta passione sportiva l'intera carovana della corsa” l’appello dell’amministrazione comunale alla cittadinanza.

“Addobbiamo e coloriamo di rosa la città: strade, vetrine, finestre e balconi”. Il sindaco di Isernia Castrataro e l’amministrazione comunale fanno scattare il conto alla rovescia in vista del Giro d’Italia: la tappa di domenica partirà dal capoluogo di provincia e l’attesa sale col trascorrere delle ore. “Facciamoci trovare pronti ad accogliere con la giusta passione sportiva l’intera carovana della corsa. Ognuno di noi, con un piccolo gesto, può far diventare quella di domenica prossima una data da ricordare. Ospitiamo il Giro con una Isernia tutta rosa”.

Partenza poco dopo le 11, quando i ciclisti si avvieranno alla volta del Blockhaus, in Abruzzo. Naturalmente, ci saranno delle limitazioni alla circolazione stradale: dalle ore 15 di sabato e fino alle 14 del giorno successivo previste forti restrizioni della viabilità, che riguarderanno buona parte della città. Il Comune auspica “che ci sia la massima collaborazione di tutti, al fine di garantire la mobilità per ogni eventuale emergenza”.

Castrataro giro d'italia

 

Il Giro è sempre il Giro e regala un’adrenalina speciale, ricca di emozioni. Il passaggio veloce della carovana, le urla dei tifosi che incitano i ciclisti, il fascino della Maglia rosa. Tutto si condenserà in pochi minuti prima dello start ma saranno momenti che difficilmente si dimenticheranno.

I corridori da Isernia andranno subito in direzione valico del Macerone, in un primo momento escluso ma poi scelto nell’altimetria ufficiale, a seguire Rionero Sannitico prima di arrivare a Roccaraso. Doppia scalata del Blockhaus: da Pretoro a Passo Lanciano per poi scendere a Lettomanoppello e ci si arrampicherà fino all’arrivo lungo tornanti che supereranno spesso il 10% di pendenza.

Il Macerone conta tre chilometri e mezzo al 5% di media con punte fino all’8, la salita di Rionero Sannitico è di nove chilometri con terza parte più impegnativa.

Domenica 15 maggio sarà pubblicato sul Corriere della Sera un articolo a firma della professoressa Simonetta Tassinari proprio sulla tappa Isernia-Blockhaus, nel quale, naturalmente, si parla del Molise.

Più informazioni
commenta