Quantcast
Maratona bilancio

Cambiata a sorpresa la legge elettorale: sbarramento al 5%. M5S lascia l’Aula, no del Pd: “Colpo di mano”

Alla fine della discussione sul collegato al bilancio 'spunta' l'emendamento della maggioranza - primo firmatario l'assessore di Forza Italia Nicola Cavaliere - che modifica la legge elettorale regionale elevando la soglia di sbarramento. Anche Iorio vota a favore della proposta, accuse dal Pd: "Un golpe, con lo sbarramento al 5%, infatti, si avvantaggiano i partiti e le coalizioni più grandi".

Arriva alla fine della seconda giornata dedicata al bilancio la proposta che comporta una sostanziale modifica alla legge elettorale regionale: introduce una soglia di sbarramento (ossia la quota minima di voti necessaria per l’elezione in Consiglio regionale) più alta. Per la precisione, al 5%. Prima era al 3%. L’emendamento, di cui è primo firmatario l’assessore all’Agricoltura Nicola Cavaliere (Forza Italia) ma sottoscritto dai suoi colleghi del centrodestra, provoca scintille alla fine della seduta di oggi del Consiglio regionale.

emendamento soglia di sbarramento consiglio regionale

 

Il Movimento 5 Stelle abbandona l’Aula: “Non parteciperemo al voto”, annuncia il capogruppo Andrea Greco. “Questo emendamento viene presentato fuori tempo massimo ed è inaccettabile che venga presentato ad un anno dal voto, senza un confronto con le opposizioni e con il territorio”, tuona la collega Patrizia Manzo che lo definisce “un blitz notturno della maggioranza”. Favorevole invece Michele Iorio.

L’assessore Nicola Cavaliere cerca di arginare l’ira delle opposizioni: “Qui non si lede il diritto di nessuno di presentarsi in una lista, non è una proposta di legge elettorale complessa e organica, ma prevede una soglia di sbarramento più elevata al 5%. Non è una forzatura. Nella scorsa legislatura una modifica alla legge elettorale venne approvata pochi mesi prima dello scioglimento del Consiglio regionale”.

“Io non ho interessi collegati all’agone elettorale e ho inteso aderire a questo desiderio del centrodestra che esprime la maggioranza dei cittadini molisani”, le parole sibilline del governatore Donato Toma. L’emendamento che modifica la legge elettorale viene approvato con 13 sì e 2 voti contrari, quelli del Partito democratico. 

Su tutte le furie Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla: “Un’aberrazione democratica nel metodo e nel merito, il colpo di mano della maggioranza, che con un emendamento presentato fuori tempo massimo, in sede impropria come il bilancio, cambia la legge elettorale a vantaggio esclusivo dei consiglieri in carica nei partiti maggiori.

Con lo sbarramento al 5%, infatti – prosegue Fanelli – si avvantaggiano i partiti e le coalizioni più grandi, a scapito dei partiti (o delle liste) minori e quindi della possibilità per i piccoli partiti e i movimenti di poter accedere ai seggi del Consiglio regionale. Così riversando all’esterno l’immagine di una classe politica attenta solo alla propria sopravvivenza, senza tenere minimamente conto delle esigenze e della volontà dei cittadini, stracciando ogni regola democratica a meno di un anno dalle elezioni. Un golpe in piena regola, perpetrato da una maggioranza di centrodestra, e che rappresenterà la sua pietra tombale, un boomerang che gli elettori molisani scaglieranno contro i consiglieri che, così facendo, pensano di poter mettere a tacere partiti minori e movimenti civici. Lo diciamo da rappresentanti di un partito che probabilmente si avvantaggerà di questa norma: oggi si è stracciata, ancora una volta, la democrazia. Oggi Toma e i suoi consiglieri hanno scritto la pagina più deprecabile e più detestabile della peggior legislatura della Regione Molise”.

Poco prima delle 22 il centrodestra approva l’intero testo del collegato al bilancio: 11 voti favorevoli, 8 no e 2 astenuti. La ‘maratona’ si concluderà con l’esame e il voto della legge di Stabilità e il Bilancio di previsione pluriennale 2022-2024. 

 

Maratona Bilancio, aggiornamenti dal Consiglio regionale. Aumenta contributo per parrucche oncologiche

leggi anche
Consiglio regionale 7 dicembre 2021
Seduta fiume
Maratona Bilancio, aggiornamenti dal Consiglio regionale. Aumenta contributo per parrucche oncologiche
consiglieri regionali m5s
Consiglio regionale
Bilancio e legge elettorale cambiata, M5s: “Centrodestra imbarazzante, scritta pagina buia”
consiglio regionale 11 gennaio 2022 elezione grandi elettori quirinale
La 'maratona' sul bilancio
Ultime ore prima del voto, in Consiglio regionale rush finale sul bilancio
commenta