Quantcast
Consiglio regionale

Bilancio, ultimo atto: la maggioranza si rimette in riga e approva Legge di Stabilità con 11 voti

Digeriti i mal di pancia registrati venerdì scorso che avevano provocato la mancanza del numero legale, oggi è l'assemblea regionale è tornata a riunirsi per completare la discussione e per votare i documenti inseriti all'ordine del giorno della sessione bilancio. Via libera alla Legge di Stabilità 2022, si astengono Iorio e Romagnuolo. Vota sì anche Armandino d'Egidio, il consigliere di Forza Italia che aveva dato il là ai malumori della maggioranza. Ma le opposizioni non risparmiano accuse feroci al presidente Toma e al centrodestra. Fanelli (Pd): "Interventi spot sul sociale e per il personale"

Digeriti i mal di pancia registrati nello scorso black friday che hanno fatto saltare il banco (o meglio il numero legale nella serata di venerdì 13 maggio) e costretto il rinvio dei lavori, l’approvazione della Legge di Stabilità 2022 avviene – a dispetto della superstizione popolare – oggi 17 maggio. La riunione ricomincia proprio dal via libera ad alcuni documenti allegati e al voto finale sulla Legge di Stabilità complessiva: 11 voti favorevoli, 8 contrari, due astenuti, ossia i due consiglieri di Fratelli d’Italia Michele Iorio e Aida Romagnuolo. E vota sì anche Armandino d’Egidio, l’esponente di Forza Italia che aveva dato il là ai malumori della coalizione. 

Nulla di nuovo: il centrodestra guidato da Donato Toma si rimette in ‘riga’ dopo aver sfiorato il punto di non ritorno (la mancata approvazione del bilancio comporta la caduta di un’amministrazione, ndr), mentre le opposizioni tirano fuori dai loro archi frecce velenose.

“La maggioranza è deflagrata”, sottolinea il capogruppo Pd Micaela Fanelli. “Non riusciamo a capire su quali priorità sta puntando a parte la stabilizzazione del personale e il sociale. Sono misure meritorie, ma in realtà si tratta di interventi spot solo per recuperare in Aula il voto sul bilancio”. Quindi, dopo aver criticato il ritardo con cui i documenti contabili vengono approvati, la consigliera dem accusa il governatore: “Le incapacità di Toma di non riuscire a tenere insieme la sua maggioranza ha conseguenze sui molisani”, provoca “danni gravissimi e irresponsabili”.

Il Pd vota contro il bilancio. Negativo anche il giudizio e il voto del Movimento 5 Stelle. “Una legge di instabilità regionale”, la definisce il capogruppo Andrea Greco che ricorda che “venerdì sera eravate rimasti in dieci ad approvare il più importante documento contabile della legislatura”, ecco perchè “siamo di fronte all’ennesimo fallimento”. “Politicamente quello che è avvenuto in questi giorni getta una pietra tombale sulla coalizione di centrodestra”.

Terzo giorno maratona Bilancio, ok alla stabilizzazione dei precari della Protezione civile

Poco prima del voto il governatore Toma, nel rispondere al consigliere M5S Fabio de Chirico, annuncia di aver dato mandato ai legali della Regione per un’ingiunzione di pagamento al Ministero Economia e Finanze per che consentirà al Molise di riscuotere poco meno di 31 milioni.

Dopo il via libera alla Legge di Stabilità 2022, l’Aula dovrà approvare il bilancio di previsione 2022-2024, ultimo documento inserito all’ordine del giorno della sessione bilancio.

(foto pagina Facebook Consiglio regionale)

leggi anche
consiglio regionale 13 maggio 2022 foto facebook
Consiglio regionale
Salta il numero legale, slitta approvazione della Legge di Stabilità e del bilancio
Consiglio regionale bilancio foto facebook
La legge di stabilità al vaglio dell'assise
Terzo giorno maratona Bilancio, ok alla stabilizzazione dei precari della Protezione civile
Consiglio regionale bilancio 26 aprile 2021 Toma Niro Romagnuolo Iorio
Conclusa la maratona bilancio
Il centrodestra approva il Bilancio di previsione 2022-2024: soldi anche sul ‘Fondo bond’
M5S consiglieri regionali
Consiglio regionale
Bilancio, M5S: “Disperato tentativo del centrodestra di mantenersi in vita”
commenta