Quantcast
Simbolo di identità

Carresi, si riparte: la tradizione secolare si mette alle spalle inchieste e pandemia

Grande attesa a San Martino in Pensilis dove sabato 30 aprile ripartono dopo due anni di stop per Covid le Corse dei Carri in Molise. Il 3 maggio tocca a Ururi, poi il 6 giugno chiusura a Portocannone

Si torna a correre dopo due anni di pandemia e le vicissitudini legate alle questioni di sicurezza degli animali e del pubblico. La stagione delle Carresi molisane sta per arrivare e domani, sabato 30 aprile, sarà come da tradizione la corsa dei carri di San Martino in Pensilis a inaugurare il tris di eventi che vedrà poi la Carrese di Ururi il 3 maggio e quella di Portocannone il 6 giugno.

L’attesa è tanta nei tre paesi che da oltre un secolo ospitano una delle tradizioni più sentite di tutto il Molise. Sono stati giorni concitati e di grande preparazione sia per i carristi che per gli amministratori pubblici nei tre paesi. Di recente sono state emanate diverse ordinanze per garantire la sicurezza e l’ordine pubblico prima, durante e appena dopo la manifestazione a San Martino in Pensilis, paese che inaugura la stagione delle Carresi e che viene visto come punto di riferimento.

carrese preparativi

 

A San Martino i Giovanotti giallorossi sono imbattuti dal 2012 ma va ricordato che in questi anni ci sono state ben 4 edizioni non disputate in Molise. La prima nel 2015, quando le Carresi vennero sospese in seguito all’inchiesta della Procura di Larino su presunti maltrattamenti nei confronti degli animali e il processo proprio pochi giorni fa è giunto a conclusione con l’assoluzione per prescrizione di quasi tutti gli imputati.

Nel 2018 invece la manifestazione venne stoppata proprio al momento della partenza per la mancata unanimità da parte del comitato di sicurezza sullo svolgimento della corsa nel pieno rispetto di tutte le norme. Fu un 30 aprile carico di amarezza e nervosismo, al punto tale che per poco non avvennero disordini e proteste violente. Infine le ultime due edizioni, quelle del 2020 e del 2021, sono state cancellate a causa della pandemia da covid-19 che ha reso impossibile lo svolgimento di tutti gli eventi di massa.

carrese preparativi

 

A contendere lo scettro di campioni della Carrese di San Martino ai Giovanotti ci saranno come da tradizione i Giovani dai colori biancocelesti e dal 2007 il Carro gialloverde dei Giovanissimi.

Dopo la Carrese e la festa in onore di San Leo a San Martino in Pensilis, gli occhi saranno puntati su Ururi dove la competizione è legata alla festa della Croce in legno di Gesù. Anche a Ururi i campioni in carica sono i Giovanotti dai colori giallorossi mentre gli sfidanti sono i Giovani biancocelesti e i Fedayn che vestono il gialloverde.

ururi preparativi carrese 2022
ururi preparativi carrese 2022
ururi preparativi carrese 2022
ururi preparativi carrese 2022
ururi preparativi carrese 2022

A chiudere ci sarà il primo lunedì dopo la Pentecoste e quindi quest’anno il 6 giugno, la corsa dei Carri di Portocannone dove invece i campioni in carica sono i Giovani biancocelesti che nel 2019, prima dell’interruzione per la pandemia, trionfarono sotto l’arco di Costantinopoli precedendo i Giovanettiell, Carro di colore arancione, e i Giovanotti che vestono il giallorosso nella Corsa in onore della Beata Vergine Maria SS di Costantinopoli.

Le tre Carresi molisane del 2022 segnano quindi un vero e proprio ritorno alla normalità e alle tradizioni di paese che costituiscono una parte essenziale dell’identità locale.

 

carrese preparativi

 

Foto San Martino da pagina Facebook ‘Tocca lu carro de Sante Leone’

leggi anche
Carrese San Martino in Pensilis
Aspettando la carrese
È il grande giorno a San Martino, emozione ed entusiasmo per la benedizione degli animali
commenta