Quantcast
Sos edili

Prezzi alle stelle, gli edili chiedono intervento della Regione: “O i cantieri si fermeranno”

L'Acem-Ance chiede un aggiornamento straordinario dei prezzi: "Senza un provvedimento le gare andranno deserte, anche quelle del Pnrr"

Le gare d’appalto rischiano di saltare a causa degli aumenti spropositati dei prezzi delle materie prime e dell’energia. Per questo l’associazione degli edili ha chiesto alla Regione Molise un aggiornamento straordinario dei prezzi.

Con una nota a firma del Presidente Corrado Di Niro, l’Acem-Ance Molise si è rivolta al Presidente della Regione e a tutta la Giunta Regionale.

Stavolta gli edili hanno messo in evidenza “l’eccezionale aumento dei prezzi dei materiali e dei carburanti e la denuncia dei rischi che esso comporta di bloccare il settore delle opere pubbliche in Regione, in quanto le imprese non possono partecipare a gare sottocosto, con pericolo di fermo anche per le future opere del Pnrr e per gli interventi da appaltare nei prossimi mesi”.

L’Acem-Ance ha spiegato di aver preso questa iniziativa “allo scopo di scongiurare gare deserte o peggio ancora gare aggiudicate sottocosto, con le ovvie e note conseguenze che ne scaturiscono (opere incompiute, lavori eseguiti male, contenziosi interminabili)”.

L’associazione degli edili ha richiesto “per tutti i finanziamenti in corso, compresi i fondi del Pnrr, l’adozione urgente di un provvedimento straordinario che disponga l’adeguamento dei prezzi ai valori correnti, vincolante per tutte le stazioni appaltanti della Regione, da attuarsi prima dell’avvio delle procedure di affidamento”.

Il rischio, rimarcato ancora una volta, è di bloccare i cantieri per mesi. “In assenza di un tale provvedimento – ha concluso l’Acem-Ance – nessuna impresa sarà in grado di realizzare le opere commissionate, con rischio di ritrovarsi dinanzi a lavori incompiuti e contenziosi a dismisura”.

“La situazione è gravissima – dichiara il Presidente Corrado Di Niro – senza misure straordinarie nel giro di qualche settimana ci fermeremo tutti e molti si sono già fermati.”

leggi anche
Imprenditori a confronto su effetti della guerra Tortora, Antinolfi, Ferro, Scasserra
Il confronto a campobasso
Effetto Ucraina, gli imprenditori: “Energia costa 5 volte in più, trasporti +600%. Grano raddoppiato prima della guerra”
commenta