Quantcast
Campobasso

Morto a 37 anni il bassista Michele Campopiano. Sconcerto e dolore nel mondo della musica

Il giovane campobassano si è spento all'istituto Neuromed di Pozzilli stroncato da un terribile male. Sconvolti i familiari e tutti coloro che lo conoscevano, il mondo artistico del capoluogo piange un musicista "professionale, gentile e sempre sorridente". I funerali si svolgeranno domani pomeriggio, 7 marzo, nella chiesa di San Pietro

Questa volta la musica ha lasciato spazio al silenzio, alle lacrime e alle preghiere. Il mondo artistico molisano piange la morte di Michele Campopiano, bassista campobassano stroncato a soli 37 anni da un male terribile che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Il giovane si è spento all’istituto Neuromed provocando sgomento e un dolore enorme tra i familiari, gli amici e i tantissimi musicisti che lo conoscevano e che questo pomeriggio non hanno esitato a raggiungere Pozzilli: nella clinica è stata allestita la camera mortuaria. E’ il primo segnale tangibile di quanto Michele fosse un giovane sensibile e benvoluto.

Altri invece, con il cuore lacerato, stanno riempiendo i social di messaggi di addio, di ricordi e di piccoli aneddoti per tenere viva la memoria di un ragazzo strappato alla vita troppo presto. Le pagine Facebook nelle ultime ore sono piene delle foto di questo ragazzo dagli occhi scuri e con il sorriso stampato sulle labbra. Immagini, pezzi di una vita che non c’è più.

Michele Campopiano

Educato, gentile, sempre disponibile e sorridente: Michele Campopiano ha lasciato un’impronta indelebile nella vita di tante persone. Aveva numerosi progetti da realizzare, un sogno d’amore da coronare con la sua fidanzata di sempre: un percorso di vita spezzato improvvisamente.

Infine, la sconfinata passione per la musica: il giovane bassista è salito sul palcoscenico di manifestazioni, eventi e festival organizzati nella nostra regione. E ora il tragico destino. Il mondo artistico è quasi ‘paralizzato’, angosciato e affranto per il vuoto che Michele ha lasciato. “Ci hai riempito il cuore in questi anni con la tua bellezza, le tue note e i tuoi sorrisi”, scrive la cantante Ilaria Bucci. “Ironia della sorte, hai voluto imbracciare uno degli strumenti più difficili, il basso. La tua umiltà e la tua grandezza ti hanno preceduto e sempre ti precederanno. Sono incredula perché tu sei vivo nei ricordi costanti della mia vita. Troppo presto Michè. Troppo giovane Michè”. Antonello Carozza lo ricorda come “un professionista gentile, educato e pieno di valori”. “La bellezza del tuo cuore, la dolcezza del tuo sorriso, la delicatezza della tua anima, la tua serietà, la tua straordinaria bravura e professionalità musicale non si possono dimenticare”, scrive Fernanda D’Ercole.

I funerali di Michele Campopiano si svolgeranno domani pomeriggio 7 marzo alle 16.30 nella chiesa di San Pietro a Campobasso. 

(foto Facebook)

commenta