Quantcast
Ecoforum a campobasso

Legambiente premia i comuni che producono meno rifiuti: Ferrazzano al primo posto

Con poco più di 27 chili di indifferenziato per abitante l'anno il piccolo centro a due passi da Campobasso è sul podio dei comuni Rifiuti free, seguono Montemitro (31 kg) e Matrice (35 kg). Durante l'ecoforum di Legambiente è stata evidenziata anche l'assenza di un Piano regionale dei rifiuti.

E’ Ferrazzano il comune molisano che produce la minore quantità di rifiuto indifferenziato pro capite: appena 27,3 chili per abitante l’anno finiscono in discarica.

Lo ha detto Legambiente questa mattina durante il tradizionale appuntamento del Forum sull’economia circolare (o Ecoforum) che si è svolto all’Università. Edizione in cui sono stati premiati i 30 comuni Rifiuti free con il piccolo centro a due passi da Campobasso che ha segnato la migliore performance.

Un risultato possibile grazie a un efficiente sistema di raccolta porta a porta, a un piccolo, ma funzionale, ecocentro ai piedi della collina ferrazzanese e forse anche per la vicinanza col capoluogo e in special modo col quartiere Vazzieri dove in assenza di controlli e con bidoni di tutti i colori e dimensioni sempre aperti (lì non parte ancora la raccolta differenziata) non è raro che vengano conferiti rifiuti da discarica fuori dal giorno prestabilito per l’indifferenziato dall’eco calendario di Ferrazzano.

isola ecologica ferrazzano

Ampio è stato il dibattito su come sviluppare l’economia circolare, settore in cui, secondo uno studio della Commissione europea sul primo Pacchetto di misure per l’economia circolare, si stima un aumento di oltre 170 mila nuovi posti di lavoro in Europa entro il 2035. Per queste motivazioni si è discusso con chi in Molise pratica l’economia circolare, coinvolgendo nel dibattito sia gli enti pubblici che le aziende.

“In Molise si stanno sviluppando diverse buone pratiche in tema di riuso dei rifiuti – ha detto il presidente di Legambiente Molise Andrea De Marco – Come abbiamo potuto raccontare oggi e nei passati Ecoforum molte aziende stanno sviluppando progettualità che guardano all’economia circolare. Purtroppo – continua De Marco -, dobbiamo ancora una volta segnalare che queste azioni non nascono da programmazione regionale, ma da una vision che diverse aziende molisane stanno attuando. La Regione – questa la denuncia di De Marco – deve immediatamente realizzare il nuovo Piano dei rifiuti e dotarsi di una normativa regionale sull’economia circolare come già fatto da altre Regioni”.

ecoforum legambiente
ecoforum legambiente
ecoforum legambiente
ecoforum legambiente

Per tornare, invece, ai comuni Rifiuti free è stato detto che “il Pacchetto europeo sull’economia circolare pone, tra gli obiettivi, il riciclo del 65% dei rifiuti urbani entro il 2035 e, alla stessa data, un massimo del 10% di rifiuti che possono essere smaltiti in discarica. Inoltre, il Testo unico in materia ambientale del 2006 (D. Lgs 152/2006) stabilisce che tutti i Comuni in Italia, entro il 31 dicembre 2012, avrebbero dovuto raggiungere il 65% di raccolta differenziata. Da questi presupposti è nata l’idea di valorizzare quelle realtà che non solo rientrano nei limiti di legge, ma hanno anche un pro capite di rifiuto residuo (indifferenziato) molto basso. Questi Comuni sono stati ribattezzati da Legambiente “Rifiuti Free” e in 30 sono stati premiati durante l’evento di questa mattina. Per rientrare nella classifica bisogna avere una produzione pro capite di rifiuti indifferenziato inferiore ai 75 kg per abitante all’anno. Ferrazzano ha raggiunto il migliore risultato (27,3 kg per abitante all’anno), ma si segnalano le ottime performance dei comuni di Montenero Val Cocchiara, Civitacampomarano e Fornelli che entrano nei comuni Rifiuti Free riducendo il secco residuo per abitante, in relazione all’anno precedente, rispettivamente di 83kg per abitante, 77,4 kg per abitante e 108,7kg per abitante. Bene fanno anche i comuni di Montemitro e Matrice che salgono sul podio dei comuni Rifiuti Free rispettivamente con 31,1 kg il primo e 35,3 kg il secondo”.

commenta