Quantcast
Campobasso

Guerra alla casa di riposo ‘Pistilli’, ex presidente Dentizzi fa appello contro il Comune

L'ex presidente della struttura di via delle Frasche a Campobasso ha deciso di impugnare la decisione del Tar sulla sospensione del provvedimento di revoca

L’ex presidente della casa di riposo ‘don Carlo Pistilli’, Mino Dentizzi, ha deciso di presentare appello e di impugnare la sentenza del Tribunale amministrativo regionale che si è pronunciato sulla querelle che contrappone il dottore al Comune di Campobasso. Tutto è nato dopo la decisione dell’amministrazione Gravina di rimuovere dall’incarico il geriatria che guidava il consiglio di amministrazione della struttura (che tecnicamente è un’Asp, azienda servizi alla persona, ndr) di via Delle Frasche.

Due giorni fa il Municipio ha diramato una nota per raccontare l’ultimo capitolo del contenzioso, ossia il pronunciamento del Tar Molise sulla rimozione di Dentizzi tramite un decreto sindacale firmato da Roberto Gravina.

Su tale questione il dottor Dentizzi e il suo legale, l’avvocato Iacovino, hanno fatto alcune puntualizzazioni: “Il Tar Molise non ha mai sentenziato che sia ‘legittima’ la revoca dell’incarico al dottor Dentizzi presso l’ASP “don Carlo Pistilli” di Campobasso. Il Tar ha semplicemente rigettato, con ordinanza, la richiesta di sospensione del provvedimento di revoca dopo una valutazione “sommaria”. L’ordinanza ora verrà impugnata davanti al Consiglio di Stato”. La ‘parola’ passa quindi ai giudici di secondo grado.

A detta di Iacovino, l’amministrazione sbaglia quando poi sostiene che “si riserva di agire speditamente per arrivare alla nomina di un nuovo Consiglio di Amministrazione capace di rimettere al centro i soli interessi degli ospiti, con una gestione attenta e sensibile”.

vincenzo iacovino

“La verità – sottolinea l’avvocato – è che il Comune ben sapendo di aver sbagliato, dopo aver ricevuto la notifica del ricorso ha tentato di correre ai ripari emettendo un nuovo atto tardivo contenente anche nuove contestazioni. Atto, in sé illegittimo per diversi motivi procedurali e di merito, che dimostra, allo stato, di non superare le eccezioni e le deduzioni del dottor Dentizzi, illegittimamente e strumentalmente revocato dal Sindaco del Comune di Campobasso con evidenti responsabilità anche di carattere personale”.

Nè, aggiunge l’avvocato, attualmente il sindaco non può nominare un nuovo consiglio di amministrazione dal momento che la ‘don Carlo Pistilli’ è stata commissariata dalla Regione Molise lo scorso dicembre e “il commissario nominato dalla Regione – aggiunge l’avvocato Iacovino – percepisce una indennità mensile di euro 3970,46, stabilita da una delibera di giunta regionale gravante integralmente sul bilancio della ASP Pistilli, per le funzioni che il dott. Dentizzi ha svolto a titolo completamente gratuito”.

leggi anche
Dentizzi Gravina
Il verdetto
Casa di riposo Pistilli, il Tar: legittima la revoca dell’incarico al dottor Dentizzi
Casa di riposo Pistilli via delle Frasche Campobasso
Campobasso
Caos alla ‘Pistilli’, sindaco Gravina smentisce commissariamento
Campobasso casa di riposo Pistilli via delle Frasche stanza degli abbracci
Campobasso
Il pastrocchio della Casa di riposo “Pistilli”: Cda irregolare, via al commissariamento
Campobasso casa di riposo Pistilli via delle Frasche stanza degli abbracci
Campobasso
Stipendi in arrivo per i lavoratori della casa di riposo Pistilli. C’è nuovo presidente: è Mariarita Testa
commenta