Quantcast
Acem-ance molise

Caro prezzi ed energia, l’edilizia rischia lo stop imminente. “Crisi senza precedenti”

Anche l’edilizia si aggiunge ai settori che rischiano di doversi fermare.
L’aumento esponenziale dei costi energetici nonché di quelli delle principali materie prime che si registra da oltre un anno, e che oggi è ulteriormente alimentato dagli effetti del conflitto russo-ucraino, sta mettendo a dura prova le aziende edili con rischio di un imminente blocco delle attività.

La situazione è ormai fuori controllo, con prezzi alle stelle e materiali introvabili e il grido d’allarme arriva dall’Acem-Ance del Molise.

“Gli impianti di produzione stanno chiudendo, i prezzi dei materiali che già erano pressoché raddoppiati nell’ultimo anno sono ulteriormente schizzati; a questo si è aggiunto il macroscopico rialzo di gas e carburante che sta mettendo in ulteriore difficoltà il trasporto dei mezzi e la gestione delle consegne”.

Corrado di Niro edili acem

L’associazione dei costruttori edili è estremamente preoccupata per quanto sta accadendo unitamente alla considerazione che l’emergenza non sia “fronteggiato adeguatamente dai provvedimenti normativi adottati, ritenuti del tutto insufficienti”.

“Siamo difronte ad una crisi energetica senza precedenti – dichiara il Presidente Corrado Di Niro – oggi accentuata dalla guerra in Ucraina, ma in queste condizioni non è possibile più lavorare, né rispondere alle gare perché i prezzi sono totalmente inadeguati e l’aumento straordinario in atto presto comporterà un fermo totale non solo dei nostri cantieri, ma anche dell’indotto, degli impianti di produzione e dell’intera economia regionale e nazionale”.

leggi anche
Lega Termoli
La crisi energetica
Caro carburante, offensiva della Lega: anche Termoli chiede al Governo stop alle accise
Cantiere superbonus piazza bega
L'intervista
Tanti cantieri ma edilizia a rischio collasso: “Prezzi fuori controllo, le aziende non ce la fanno”
commenta