Quantcast
Fondo per i comuni marginali

5mila euro per chi si trasferisce e investe a Macchiagodena. La nuova ‘carta’ per invertire la rotta

Sul sito internet del Comune tutte le informazioni utili per chi voglia chiedere gli aiuti economici previsti e anche l’iter per ottenere la residenza e il contributo di 5mila euro. Un bando che rientra nella dotazione del Fondo per i Comuni marginali: 1187 in tutta Italia, compreso il centro della provincia pentra

Macchiagodena prova ad arginare lo spopolamento con questa ulteriore carta: verrà data la residenza e un contributo di 5mila euro a chi decidesse di intraprendere un’iniziativa (commerciale, artigianale o agricola) nel comune della provincia pentra.

Tecnicamente stiamo parlando del Fondo di sostegno ai comuni marginali: previsto dal Governo e pubblicato il 14 dicembre scorso in Gazzetta Ufficiale con apposito Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che prevede appunto il riparto del ‘Fondo di sostegno ai comuni marginali’ per gli anni 2021-2023. Un’iniziativa finalizzata a “favorire la coesione sociale e lo sviluppo economico nei comuni particolarmente colpiti dal fenomeno dello spopolamento e per i quali si riscontrano rilevanti carenze di attrattività per la ridotta offerta di servizi materiali e immateriali alle persone e alle attività economiche, nel rispetto della complementarità con la strategia nazionale per le aree interne”. 180 milioni di euro per complessivi 1.187 comuni selezionati per le loro condizioni particolarmente svantaggiate: Macchiagodena, la terrazza sul Matese, è tra questi.
Il paese guidato da Felice Ciccone ha ricevuto nello specifico una assegnazione finanziaria per il triennio 2021-2023 pari a 139.845,42 euro.

Macchiagodena

Il Comune della provincia di Isernia ha reso noto tutte le informazioni utili per chi voglia chiedere gli aiuti economici previsti e anche l’iter per ottenere la residenza e il contributo di 5mila euro. Sul sito Internet istituzionale del Comune di Macchiagodena è stato pubblicato l’avviso per l’acquisizione di manifestazioni di interesse.

Ma come si ottiene il finanziamento? Intanto aprendo (nel corso di quest’anno) una attività commerciale, artigianale o agricola a Macchiagodena, purchè venga mantenuta in esercizio per un periodo di almeno cinque anni dalla data di dichiarazione di inizio attività. L’attività deve essere intrapresa nel territorio comunale e i locali saranno concessi dal Comune in comodato d’uso gratuito per, appunto, i cinque anni. Altra possibilità è quella di avviare nel comune di Macchiagodena attività commerciale, artigianale o agricola “attraverso una unità operativa ubicata nel territorio del comune, ovvero ad intraprendere una nuova attività economica nel territorio del comune di Macchiagodena”. Per usufruire del contributo di 5mila euro (tetto massimo) bisogna poi trasferirsi a Macchiagodena, sempre nel corso di quest’anno. Il contributo economico sarà concesso dal Comune a titolo di concorso per le spese di acquisto e di ristrutturazione di immobili da destinare ad abitazione principale del beneficiario. Si potrà inoltre manifestare il proprio interesse a ottenere la concessione in comodato gratuito, con oneri a carico del concessionario, di immobili pubblici da adibire ad abitazione principale o di locali appartenenti al patrimonio comunale per esercitare forme di lavoro agile.

Sotto dunque a chi tocca: dopo il famigerato Reddito di Residenza attivo, proposto dalla Regione Molise qualche tempo fa, ecco che arriva questa nuova opportunità per iniziare una nuova vita (e un nuovo lavoro) in un comune che rischia di spopolarsi e che per allontanare questo spauracchio incentiva economicamente ‘potenziali’ nuovi cittadini.

L’avviso è consultabile attraverso il sito internet del Comune di Macchiagodena: https://www.comune.macchiagodena.is.it

I soggetti interessati alla partecipazione all’avviso dovranno far pervenire la propria domanda entro il 28 marzo 2022 alle ore 13.59 nelle modalità indicate.  (rm)

Più informazioni
commenta