Quantcast
Sanità

8mila domande per concorso infermieri e Oss: “Primo passo per una nuova stagione”. Cgil chiede proroga precari

Si è concluso l’iter di presentazione delle domande per il concorso a tempo indeterminato per gli infermieri (45 posti) e gli Oss (5 posti) per l’Azienda sanitaria molisana.
Come vi avevamo dato conto già ieri, sono 3.909 gli ammessi alla prova selettiva per gli infermieri, mentre 4.124 per quella degli operatori socio sanitari.

Le domande sono state acquisite sulla piattaforma messa a disposizione da Asrem per snellire le procedure e renderle molto più agevoli.
Il prossimo passo – spiegano da Asrem – sarà la costituzione delle commissioni di concorso e poi le prove, “tutto all’insegna della celerità, limitando al minimo la burocrazia”, come confermato dallo stesso direttore generale, Oreste Florenzano. L’uso della piattaforma informatica e delle nuove procedure per la selezione del personale mira in effetti proprio a questo: comprimere i tempi e rendere le selezioni di Asrem più appetibili.

“La campagna di reclutamento che abbiamo avviato – ha spiegato il direttore generale dell’Asrem – continua senza sosta. Sono decine e decine le procedure che abbiamo messo in campo, sia per reperire i medici che mancano nei vari reparti, sia per il personale infermieristico che per gli operatori sanitari in generale. Stiamo rimettendo in piedi un sistema che ormai era ridotto ai minimi termini dopo anni di blocco del turn over e di mancate assunzioni per il piano di rientro. Adesso è il momento della rinascita, che passa attraverso un piano assunzionale di migliaia di addetti. Il numero alto di domande che abbiamo ricevuto ci rincuora: potrà essere il primo passo di una nuova stagione”.

Intanto è di ieri la comunicazione della FP CGIL Molise relativa ai rinnovi contrattuali del personale a tempo determinato infermieristico e di supporto dell’Asrem, in cui si rendeva noto che è stata avviata una interlocuzione con l’azienda sanitaria per risolvere la problematica e dunque per “assicurare la serenità dei tanti lavoratori e delle tante lavoratrici che negli ultimi due anni hanno dato tanto e, talune volte, hanno anche rischiato la vita per assistere i pazienti affetti da covid”.

Un decreto legislativo prevede infatti che ci sia una proroga che permetta di bypassare i 20 giorni di pausa per il rinnovo contrattuale dei precari previsti dal Contratto collettivo nazionale del comparto sanità pubblica. Insomma, questa interruzione lavorativa potrebbe essere scongiurata assicurando quindi continuità assistenziale e garanzia per i lavoratori precari che in questo modo non interromperebbe il rapporto di lavoro e non vedrebbero cancellate le ore rese in eccedenza e anche le ferie maturate.

La Asrem, dopo la richiesta dei sindacati, sta valutando questa possibilità per garantire, tra le altre cose, la continuità assistenziale ai pazienti oltre che la certezza occupazionale per i tanti dipendenti precari. La FP CGIL dunque è in attesa degli atti formali che possano portare alla proroga dei contratti di lavoro e auspica che, in attesa dell’espletamento delle prove concorsuali, vengano formalizzate le procedure di stabilizzazione del personale che ne ha i requisiti di legge.

leggi anche
Covid medici ospedale corsia
Sos medici
Emorragia medici, Asrem inaugura nuova piattaforma: “Procedure più snelle per rendere i concorsi più appetibili”. Ecco i bandi
medici camice Presentazione reparto post covid
Sanità
Sos medici, l’Asrem insiste: 32 posti a tempo indeterminato in 6 discipline. Banditi anche avvisi pubblici
screening test rapidi tamponi mascherina tuta termoli infermieri
Sanità e precariato
Contratti prorogati a 210 infermieri, Asrem: “Atto necessario per garantire anche cure Covid”
commenta