Quantcast
Interreg crisis

Sicurezza nei porti per il trasporto delle merci: il Flag Molise centrale nella rete transfrontaliera

Presentato a Termoli il progetto Interreg Crisis, cui partecipa anche il Flag Molise Costiero. Il suo obiettivo è costituire una rete – sicura – di porti tra Italia, Albania e Montenegro, favorendo gli scambi e la sicurezza degli scali tramite una piattaforma digitale. Un progetto di “Gestione del rischio transfrontaliero del trasporto dei materiali pericolosi”, che vede la partecipazione come partner del Comune di Molfetta (capofila), del Flag Molise Costiero, della Municipalità di Ulcinj (Montenegro) e dell’Agenzia Kombetare e Mjedisit (Albania).

Questo l’obiettivo del programma Interreg Crisis, che vede appunto il Flag Molise Costiero tra i quattro partner dell’iniziativa finanziata dalla Commissione europea, e che è stato presentato ieri 25 gennaio a Termoli. Presenti il presidente del Flag Molise Costiero, Vincenzo Ferrazzano, e rappresentanti del Comune di Molfetta, della Regione Puglia e della Municipalità di Ulcinj (Montenegro).

Un’occasione di incontro – un tavolo congiunto – che ha avuto l’obiettivo di studiare l’avanzamento dei lavori e implementare la collaborazione tra i partner. Il trasporto marittimo tra Italia, Albania e Montenegro è in costante aumento. L’Adriatico è un corridoio strategico all’interno del quale le Regioni e i Paesi interessati giocano un ruolo sempre più determinante. Peraltro i porti di Molfetta e Termoli stanno diventando sempre più commerciali. Ed è proprio per la creazione di una piattaforma di servizio che punti alla sicurezza nella commercializzazione delle merci che è stato ideato ‘Crisis’.

Questo perchè – come spiegato in conferenza – l’aumento del traffico marittimo è sì una opportunità ma contestualmente accresce la possibilità di incidenti e disastri legati al trasporto di materiali pericolosi, come ad esempio possono essere le sostanze chimiche.

Prevenire i rischi, gestire le calamità: il progetto Crisis nasce con l’obiettivo di aumentare l’accessibilità incrociata, promuovendo un servizio di trasporto sostenibile attraverso l’analisi di dati e testimonianze inerenti al trasporto marittimo tra Italia, Albania e Montenegro.

(foto Ansa Molise)

 

commenta