Quantcast
L'incidente alle porte di campobasso

Schianto alla galleria Lama Bianca, prognosi di 30 giorni per autista del tir. Strada riaperta dopo più di 8 ore

E' stato ricoverato nel reparto di Ortopedia dell'ospedale Cardarelli di Campobasso il conducente del mezzo pesante coinvolto nell'incidente avvenuto all'alba di oggi, 24 gennaio. L'uomo ha riportato una serie di fratture, ma gli sarebbe potuta andare peggio. E anche il bilancio del sinistro sarebbe potuto essere più grave se in quel momento altri veicoli fossero passati in quel punto della ss 87

Trenta giorni di prognosi: questa la diagnosi dei medici dell’ospedale Cardarelli per il conducente del tir coinvolto questa mattina (24 gennaio) nell’incidente avvenuto all’ingresso della galleria Lama Bianca, alle porte di Campobasso. Nel nosocomio del capoluogo l’uomo era stato trasportato in codice rosso dall’ambulanza del 118 e, dopo i primi accertamenti medici, a quanto si apprende, è stato ricoverato nel reparto di Ortopedia a causa delle fratture riportate dopo il grave incidente. Per fortuna l’autista non è in pericolo di vita. Oltre al grande spavento per lo schianto e nonostante il mezzo che guidava si fosse trasformato in una trappola, ne avrà per quattro settimane.

Incidente Lama Bianca

Ma gli sarebbe potuta andare peggio dal momento che l’impatto del mezzo pesante contro la parete della galleria è stato particolarmente violento. Così come l’incidente avrebbe potuto avere un bilancio più grave e drammatico se altri veicoli fossero passati proprio quando il conducente ha perso il controllo del tir che si è messo di traverso sulla carreggiata in un punto nevralgico del traffico in ingresso e in uscita da Campobasso. Quotidianamente infatti auto, mezzi pesanti e autobus di linea percorrono questo tratto della statale 87 per raggiungere il capoluogo o, viceversa, per collegarsi alla statale 17 oppure per recarsi verso Isernia, Benevento, l’area di Bojano e il suo nucleo industriale.

Incidente Lama Bianca

Il tratto interessato dal sinistro è rimasto chiuso a lungo: è stato riaperto alle 14.30 dopo che i vigili del fuoco hanno lavorato per quasi nove ore per liberare e metterla in sicurezza la carreggiata. Sul posto anche la Polstrada che ha svolto i rilievi per accertare le cause dell’incidente, probabilmente dovuto anche allo strato di ghiaccio che si era formato sulla strada per le rigide temperature e i fiocchi caduti tra la scorsa notte e le prime ore del mattino sul capoluogo.

Ghiaccio sulla SS87, tir si schianta all’imbocco della galleria: traffico bloccato e autista in ospedale

commenta