Quantcast
Petacciato

Pannelli solari e niente gas, coi lavori la scuola dell’Infanzia risolve il problema del ricambio d’aria

L'intervento è possibile grazie a un finanziamento ministeriale da 200mila euro e porterà un efficientamento energetico e maggiore sicurezza per l'edificio

I lavori di adeguamento della scuola dell’Infanzia Carlo Collodi di Petacciato, possibili grazie a un finanziamento ministeriale di 200mila euro, saranno all’avanguardia non solo per l’efficientamento energetico, ma anche per il ricambio d’aria, un aspetto quanto mai importante in questo periodo pandemico.

“Gli interventi da eseguire sulla struttura Scuola dell’infanzia sono stati studiati e concepiti per aumentare il risparmio energetico e la sicurezza della scuola” fa sapere il sindaco Roberto Di Pardo a proposito del progetto per l’edificio di via Adriatico.

lavori scuola infanzia petacciato

“Per migliorare l’efficientamento energetico è stato deciso di sostituire i vecchi infissi con dei nuovi a taglio termico e in più è stato scelto di usare una pompa di calore e dei pannelli solari per il riscaldamento e per l’acqua calda sanitaria così da avere oltre che un risparmio energetico anche una maggior sicurezza poiché l’edificio sarà scollegato dalla linea del gas, ma non è tutto”.

La parte forse più interessante è quella relativa al ricambio d’aria a scuola, ormai una necessità da quando esiste il Covid. “Abbiamo deciso – spiega il primo cittadino di inserire nei lavori anche un impianto di ventilazione meccanica controllata che oltre a rendere l’impianto ancora più efficiente che aiuterà a risparmiare sull’energia consumata. Lo stesso farà anche da trattamento dell’aria. Infatti, specialmente in questi ultimi periodi, per attenuare i virus in circolazione, una soluzione sarebbe quella di arieggiare gli ambienti aprendo le finestre per favorire il ricircolo e ricambiare l’aria.

lavori scuola infanzia petacciato

Il concetto è corretto, ma aprire le finestre non è sufficiente per ricambiare interamente l’aria di un ambiente, senza contare che è molto difficile tenere aperte le finestre con il rigido clima invernale e il ricambio e ricircolo d’aria dovrebbe essere continuo per evitare che possibili cariche virali restino nell’aria per troppo tempo o si depositino sulle superfici”.

In questo, il progetto della scuola petacciatese può portare a un sensibile miglioramento. “Un ricambio d’aria approssimativo svolto anche una volta ogni ora non basta. Per non parlare poi dello spreco energetico. Aprire le finestre non garantisce un totale ricambio d’aria all’interno. Mentre allo stato attuale la ventilazione meccanica controllata rimane uno dei metodi migliori per contrastare il problema del virus”.

lavori scuola infanzia petacciato

Di Pardo conclude affermando che il progetto “andrebbe esteso in tutte le scuole ma il finanziamento era per un solo istituto e abbiamo pensato di iniziare dove i bambini non usano protezioni facciali. Nel 2022 contiamo di eseguire gli stessi lavori nella scuola primaria e secondaria”.

leggi anche
Scuola Palata
Intervento innovativo
Palata, terminati i lavori per la ventilazione meccanica a scuola. Oggi screening e domani in classe
commenta